Scoperta grande macchia rossa su Giove: che cos’è ?

ULTIMO AGGIORNAMENTO 17:45

C’è una grande macchia rossa su Giove ed è talmente grande che può tranquillamente contenere il nostro pianeta. Ma che cos’è? Scopriamolo!

Giove ha una macchia rossa grande quanto il nostro pianeta. Cos’è? – MeteoWeek.com

La Grande Macchia Rossa

La Grande Macchia Rossa sul pianeta Giove può sembrare un fenomeno irrilevante e attuale, ma in realtà la stiamo osservando da 150 anni e si tratta di uno dei più affascinanti spettacoli che la natura può offrirci. E’ un rosso immenso. Pensate ha una larghezza di 16.000 km, sufficiente per contenere il nostro intero pianeta.

Di cosa si tratta esattamente?

Il merito è tuo Hubble – MeteoWeek.com

I telescopi più sofisticati ci hanno permesso di osservare i dettagli di questa macchia che altro non è che una tempesta in continua evoluzione. Il merito di queste osservazioni va attribuito a Hubble, l’unico telescopio ad esser stato progettato per essere modificato in orbita da astronauti. Un gioiello delle scienze astronomiche, grande e versatile, adibito per le ricerche di estrema importanza.

LEGGI ANCHE: Un oggetto di grandi dimensioni colpisce Giove, ma ha ripercussioni anche per la Terra?

 

Un alone di misero avvolge Giove

Nonostante i dati e i video, non siamo ancora riusciti a capire l’origine dei venti, perché cambiano velocità e sappiamo poco e nulla sull’origine della Grande Macchia Rossa.

Hubble è riuscito a fornirci i dati più superficiali, per intenderci quello che sta in superficie. Ma se scaviamo in profondità, le domande, i dubbi e le curiosità si moltiplicano.

LEGGI ANCHE: Hubble fa una scoperta senza pari e trova l’acqua su Giove (Ganimede)

In futuro ci saranno altre osservazioni su Giove

Nel 2024 toccherà a Europa Clipper viaggiare nello spazio alla volta del grande pianeta gassoso. Il focus delle osservazioni sarà la luna gioviana Europa e il motivo è presto detto: Scoprire se sotto lo strato di ghiaccio superficiale ci siano (o ci siano state) le condizioni per lo sviluppo della vita. 

Dunque dopo Marte di cui ipotizziamo una vita passata composta da un ecosistema di organismi microbici la cui sopravvivenza avviene grazie alla radioattività presente sotto la superficie, aspettiamo che le prossime osservazioni su Giove ci diano una panoramica più completa sulle esistenze passate.