Il Fisco sarà a conoscenza di tutti i nostri dati, grazie ad un nuovo software

ULTIMO AGGIORNAMENTO 22:04

È stato progettato un programma in grado di rilevare coloro che tentano di porsi al di sopra delle regole, a volte riuscendoci senza problema. Tuttavia, con l’avvento del nuovo sistema, sarà molto più difficile per loro riuscirci.

Il Fisco sarà a conoscenza di tutti i nostri dati, grazie ad un nuovo software
Tramite questo sistema, probabilmente l’Agenzia delle Entrate potrà gestire meglio gli evasori fiscali – MeteoWeek.com

Il software, realizzato interamente per scovare nel modo più rapido e breve possibile gli evasori fiscali, servirà in modo essenziale per fornire nuovi strumenti allo scopo di stanare chi non paga le tasse continuamente.

Queste parole, inoltre, vengono sostenute da Mario Nava, ex presidente della Consob e attuale direttore generale della Dg Reform, che svela a Milano Finanza – durante un’intervista – il nuovo Fisco: “Il sistema anti-evasione fiscale in fase di realizzazione in Italia con il supporto della Dg Reform è partito a giugno e si concluderà entro novembre del 2022. È uno di quelli a cui teniamo molto, non posso entrare nei dettagli ma posso dire che è sicuramente un progetto all’avanguardia“.

LEGGI ANCHE: L’informatica quantistica danneggia la nostra privacy

Successivamente inizia a spiegare in che modo verrà messo in atto, cosicché tenga aggiornati coloro che non hanno le competenze necessarie per comprendere fin da subito il funzionamento del software. Infatti dichiara le seguenti parole, proseguendo con il discorso: “Il nuovo sistema è basato su un approccio data-driven, che utilizza una moltitudine di informazioni che incrociate possono permettere di individuare dell’evasione fiscale o delle dichiarazioni fiscali non veritiere. Stiamo collaborando fattivamente con l’Agenzia delle Entrate e l’aspetto innovativo è proprio l’utilizzo di un nuovo approccio, con nuovi strumenti, nuovi meccanismi di analisi“.

Possibili previsioni future

Il Fisco sarà a conoscenza di tutti i nostri dati, grazie ad un nuovo software
L’Agenzia delle Entrate è un ente fiscale della pubblica amministrazione italiana che si occupa della gestione dei contributi e dei controlli fiscali – MeteoWeek.com

Il Fisco, dunque, si sta preparando seriamente per affrontare questo problema. Ed è anche ciò che emerge dall‘Atto di indirizzo di politica fiscale 2021-2023 del Mef, in cui vi è una indicazione specifica per l’Agenzia delle Entrate. Gli uffici dovranno basare gli accertamenti sui risultati forniti dai software, i quali analizzeranno e incroceranno i dati dei contribuenti.

Da questa iniziativa si spera che il Fisco italiano possa arrivare a un milione di alert all’anno, portando la crescita delle entrate di almeno un 20%. Insieme a ciò verranno inviate delle lettere di compliance ai presunti evasori, in modo tale da avviare con successo l’accertamento. Parliamo di un 30% in più di queste comunicazioni, che serviranno a invitare la persona a saldare il debito alle casse dell’Erario.

LEGGI ANCHE: Notizie personalizzate sul proprio PC grazie all’aggregatore start di Microsoft

Infine anche l’Agenzia delle Entrate avrà un compito fondamentale: dovrà verificare i dati in possesso e compararli con quelli forniti dalle amministrazioni comunali. Tramite questo sarà possibile rideterminare il valore degli immobili. Da questa idea possiamo comprendere che non ci saranno più segreti di alcun tipo per loro, e che, ormai, gli evasori fiscali potrebbero avere i giorni contati letteralmente. Vediamo che cosa succederà in seguito e se riusciranno a venire fuori dei risultati stupefacenti.