È quasi realtà il doppio schermo su MacBook: ecco il brevetto che lo prevede in futuro

ULTIMO AGGIORNAMENTO 19:31

Una nuova idea ha approdato direttamente tra i progetti di Apple. Era stato già pensato in precedenza di collaudarla per migliorare i prodotti dell’azienda, ma adesso abbiamo maggiori informazioni per accertare la sua effettiva esistenza.

È quasi realtà il doppio schermo su MacBook: ecco il brevetto che lo prevede in futuro
Uno dei modelli MacBook con il chip M1 – MeteoWeek.com

Abbiamo potuto assistere ad alcuni ultimi modelli di Apple, come l’orologio in grado di misurare l’idratazione di una persona. Oppure, il rilascio di smartphone o altri dispositivi invidiabili da altre aziende. Si è sempre distinta per la qualità e l’estetica dei propri prodotti alla fine.

In questo periodo si è pensato di migliorare ancora di più un device amato e molto popolare come il Macbook. Certamente non è facile rendere la serie sempre più ricca di funzioni o di nuovi hardware con cui potenziare l’efficacia delle prestazioni. Un ultimo brevetto della Apple, però, ha proposto un tipo di progetto nuovo per i suoi computer portatili.

L’ultimo brevetto di Apple

È quasi realtà il doppio schermo su MacBook: ecco il brevetto che lo prevede in futuro
I prossimi MacBook Air si pensa che saranno sia più sottili che maggiormente colorati – MeteoWeek.com

Tra gli ultimi in ordine di tempo della Apple, riguarda un MacBook dotato di doppio schermo. Quello inferiore non dovrà essere necessariamente dedicato alla riproduzione di immagini e video, bensì – come alternativa – alla tastiera fisica grazie ad una interfaccia touch. Avevamo avuto modo di vedere questa funzione da un brevetto dell’azienda dell’autunno scorso.

Comunque sia la proposta risale al 2018, ma l’accettazione è avvenuta il 24 agosto. Questo vuol dire una cosa sola: nonostante i tre anni di attesa, significa che Apple credeva nel progetto e che, investire su di esso, non avrebbe fatto altro che migliorare i prodotti MacBook.

È chiaro che questa decisione porti ad alcuni vantaggi. Ciò è dovuto al fatto che, sostituire i tasti fisici con una interfaccia touch, crei una maggiore comodità per l’utente. Tuttavia, per consentire a questa idea di funzionare, è stato necessario rispettare alcune regole.

Caratteristiche del prodotto

È quasi realtà il doppio schermo su MacBook: ecco il brevetto che lo prevede in futuro
Su Twitter, è possibile vedere il nuovo modello di computer portatile su cui verranno introdotte queste ultime novità – MeteoWeek.com

Innanzitutto è necessario realizzare un sistema efficiente in grado di dare un feedback tattile velocemente. In seguito, la tastiera virtuale può anche mettersi da parte per lasciare spazio ad gamepad per esempio, mentre il trackpad può essere posizionato in una parte a nostro piacimento del display. La disposizione delle immagini nello schermo può essere comunque variegata, come dimostra il layout dello schermo.

LEGGI ANCHE: Apple come antifurto! Moto quasi rubata, se non fosse per l’AirTag

Inoltre, una vasta superficie touch consentirebbe di utilizzare le funzioni dei sistemi operativi di Apple in modo più semplice ed immediato. Ciò, riprendendo il discorso di prima, renderebbe il tutto meno complesso da usare e sempre più comodo.

Paragoni con il MacBook

È quasi realtà il doppio schermo su MacBook: ecco il brevetto che lo prevede in futuro
Eliminare i pulsanti fisici consente una maggiore personalizzazione delle impostazioni – MeteoWeek.com

Nel brevetto, l’azienda spera che in futuro la serie MacBook possa essere in grado di integrare altri sensori biometrici, come il Face ID, il Touch ID e un caricabatterie wireless, il quale verrebbe inserito nell’angolo in basso a sinistra del computer portatile.

Nonostante sia risultata essere un’ottima idea, dobbiamo ammettere che non sarebbe la prima in circolazione. Abbiamo già visto un esempio simile con il Microsoft Duo, il Lenovo ThinkPad X1 o l’ASUS ZenBook Pro Duo UX582, il quale mantiene la tastiera fisica a differenza del MacBook.

LEGGI ANCHE: In Giappone arriva Sony Xperia 10 III Lite, con uno spazio d’archiviazione da far girare la testa

In ogni caso l’Apple ha sempre rivoluzionato i suoi prodotti. Soprattutto quando si tratta di brevetti, perché significa che è sicura che il risultato finale sia davvero eccellente. Tant’è che sta puntando sia al chip M2 che alla rimozione totale della touch bar.