Il visore AR/VR di Apple, secondo un noto leaker, avrebbe prestazioni da assoluto top di gamma

ULTIMO AGGIORNAMENTO 21:30

La Mela ha già avuto intenzione di progettare un visore AR/VR particolare, tant’è che non ha voluto fermare la sua creazione ha pensato di continuarla per renderlo un dispositivo avanzato e in grado di stupire sia i suoi consumatori che la stessa concorrenza. Ci riuscirà? Scopriamolo insieme.

La Mela ha già avuto intenzione di progettare un visote AR/VR particolare, tant'è che non ha voluto fermare la sua creazione ha pensato di continuarla per renderlo un dispositivo avanzato e in grado di stupire sia i suoi consumatori che la stessa concorrenza. Ci riuscirà? Scopriamolo insieme. Il visore AR/VR sta diventando un argomento di tendenza a tutti gli effetti. Secondo Mark Gurman di Bloomberg, a rendere particolare questo dispositivo non sarà sicuramente la sua scheda tecnica, seppur possa sembrare interessante da analizzare, quanto più il costo eccessivo che potrebbe avere il visore. Inizialmente si parlava di circa 3.000 dollari, ma delle nuove informazioni in merito suggerirebbero un prezzo di oltre 2.000 dollari, quindi inferiore rispetto a quello originale. Ovviamente non è da sottovalutare ugualmente dato che non tutti hanno un badget di spesa così alto, ma pare che abbia un motivo abbastanza ragionato questa cifra, e che potrebbe giustificare la somma decisa. Secondo gli esperti, il dispositivo potrebbe essere dotato di alcuni componenti parecchio prestanti e che renderebbero il visore molto funzionale dal punto di vista delle perforrmance d'uso. Da questo, dunque, capiamo che non possa essere paragonato ad un prodotto economico. Che tipo di caratteristiche potrebbe avere? Il visore dovrebbe avere le stesse prestazioni dell'Apple M1 Pro, ovvero il processore integrato sui MacBook Pro per fare un esempio, mentre il display 8k avrà una risoluzione altissima. Dal punto di vista del supporto e della visualizzazione, parliamo di un alta qualità mai vista prima e che giustificherebbe il costo del visore. Inoltre, parliamo pure dei prezzi dello sviluppo: si tratta di ben sette anni di progettazione ininterrotta e che sarebbe un'altra causa del perché la sua commercializzazione potrebbe essere di un livello elevato. Inoltre, la scelta del chip è chiara: la potenza di calcolo sarà necessaria per implementare un sistema di dissipazione attivo con ventola. Gurman afferma, continuando, alcuni nomi sul nuovo nome del dispositivo, come Apple Vision, Apple Reality, Apple Sight, iSight, Apple Lens e Apple Goggles. Comunque, è chiaro che il prodotto in questione possa avere qualunque nome, quindi capire quale potrebbe essere, ora come ora, è difficile; ecco perché ipotizza. Infine, l'uomo ha dichiarato anche che il visore dovrebbe arrivare tra gli scaffali degli store entro fine anno, se non a inizio 2023. Al momento ci sono troppe poche informazioni per definire una vera e propria data di uscita, d'altronde il loro compito sarà quello di valutare i problemi software e hardware oltre che quelli di surriscaldamento e del comparto fotografico. Così facendo eviteranno di lanciare un prodotto pieno di problemi e bug, e dal momento che il mercato dei visori sia molto apprezzato, sicuramente faranno attenzione.
Apple produce continuamente dispositivi importanti, e siamo sicuri che questo non sarà da meno – MeteoWeek.com

Il visore AR/VR sta diventando un argomento di tendenza a tutti gli effetti. Secondo Mark Gurman di Bloomberg, a rendere particolare questo dispositivo non sarà sicuramente la sua scheda tecnica, seppur possa sembrare interessante da analizzare, quanto più il costo eccessivo che potrebbe avere il visore.

Inizialmente si parlava di circa 3.000 dollari, ma delle nuove informazioni in merito suggerirebbero un prezzo di oltre 2.000 dollari, quindi inferiore rispetto a quello originale. Ovviamente non è da sottovalutare ugualmente dato che non tutti hanno un badget di spesa così alto, ma pare che abbia un motivo abbastanza ragionato questa cifra, e che potrebbe giustificare la somma scelta.

 ILIAD annuncia il suo ingresso nelle rete fissa e con fibra inclusa: la dichiarazione dell’Amministratore

Secondo gli esperti, il dispositivo potrebbe essere dotato di alcuni componenti parecchio prestanti e che renderebbero il visore molto funzionale dal punto di vista delle performance d’uso. Da questo, dunque, capiamo che non possa essere paragonato ad un prodotto economico. Che tipo di caratteristiche potrebbe avere?

Specifiche e motivazioni del costo

La Mela ha già avuto intenzione di progettare un visote AR/VR particolare, tant'è che non ha voluto fermare la sua creazione ha pensato di continuarla per renderlo un dispositivo avanzato e in grado di stupire sia i suoi consumatori che la stessa concorrenza. Ci riuscirà? Scopriamolo insieme. Il visore AR/VR sta diventando un argomento di tendenza a tutti gli effetti. Secondo Mark Gurman di Bloomberg, a rendere particolare questo dispositivo non sarà sicuramente la sua scheda tecnica, seppur possa sembrare interessante da analizzare, quanto più il costo eccessivo che potrebbe avere il visore. Inizialmente si parlava di circa 3.000 dollari, ma delle nuove informazioni in merito suggerirebbero un prezzo di oltre 2.000 dollari, quindi inferiore rispetto a quello originale. Ovviamente non è da sottovalutare ugualmente dato che non tutti hanno un badget di spesa così alto, ma pare che abbia un motivo abbastanza ragionato questa cifra, e che potrebbe giustificare la somma decisa. Secondo gli esperti, il dispositivo potrebbe essere dotato di alcuni componenti parecchio prestanti e che renderebbero il visore molto funzionale dal punto di vista delle perforrmance d'uso. Da questo, dunque, capiamo che non possa essere paragonato ad un prodotto economico. Che tipo di caratteristiche potrebbe avere? Il visore dovrebbe avere le stesse prestazioni dell'Apple M1 Pro, ovvero il processore integrato sui MacBook Pro per fare un esempio, mentre il display 8k avrà una risoluzione altissima. Dal punto di vista del supporto e della visualizzazione, parliamo di un alta qualità mai vista prima e che giustificherebbe il costo del visore. Inoltre, parliamo pure dei prezzi dello sviluppo: si tratta di ben sette anni di progettazione ininterrotta e che sarebbe un'altra causa del perché la sua commercializzazione potrebbe essere di un livello elevato. Inoltre, la scelta del chip è chiara: la potenza di calcolo sarà necessaria per implementare un sistema di dissipazione attivo con ventola. Gurman afferma, continuando, alcuni nomi sul nuovo nome del dispositivo, come Apple Vision, Apple Reality, Apple Sight, iSight, Apple Lens e Apple Goggles. Comunque, è chiaro che il prodotto in questione possa avere qualunque nome, quindi capire quale potrebbe essere, ora come ora, è difficile; ecco perché ipotizza. Infine, l'uomo ha dichiarato anche che il visore dovrebbe arrivare tra gli scaffali degli store entro fine anno, se non a inizio 2023. Al momento ci sono troppe poche informazioni per definire una vera e propria data di uscita, d'altronde il loro compito sarà quello di valutare i problemi software e hardware oltre che quelli di surriscaldamento e del comparto fotografico. Così facendo eviteranno di lanciare un prodotto pieno di problemi e bug, e dal momento che il mercato dei visori sia molto apprezzato, sicuramente faranno attenzione.
Immagini come questa ci fanno sperare in un prodotto unico nel suo genere – MeteoWeek.com

Il visore dovrebbe avere le stesse prestazioni dell’Apple M1 Pro, ovvero il processore integrato sui MacBook Pro per fare un esempio, mentre il display 8k avrà una risoluzione altissima. Dal punto di vista del supporto e della visualizzazione, parliamo di una alta qualità mai vista prima e che giustificherebbe il costo del visore.

Inoltre, parliamo pure dei prezzi dello sviluppo: si tratta di ben sette anni di progettazione ininterrotta e che sarebbe un’altra causa del perché la sua commercializzazione potrebbe essere di un livello elevato. Inoltre, la scelta del chip è chiara: la potenza di calcolo sarà necessaria per implementare un sistema di dissipazione attivo con ventola.

Gurman rivela, continuando, alcuni possibili nomi sul nuovo nome del dispositivo, come Apple Vision, Apple Reality, Apple Sight, iSight, Apple Lens e Apple Goggles. Comunque, è chiaro che il prodotto in questione possa avere qualunque nominativo , quindi capire quale potrebbe essere, ora come ora, è difficile; ecco perché ipotizza.

 Honor pronto a battersi nell’Olimpo degli smartphone: presenta Honor Magic V, il suo foldable con super prestazioni

Infine, l’uomo ha dichiarato anche che il visore dovrebbe arrivare tra gli scaffali degli store entro fine anno, se non a inizio 2023. Al momento ci sono troppe poche informazioni per definire una vera e propria data di uscita, d’altronde il loro compito sarà quello di valutare i problemi software e hardware oltre che quelli di surriscaldamento e del comparto fotografico. Così facendo eviteranno di lanciare un prodotto pieno di problemi e bug, e dal momento che il mercato dei visori sia molto apprezzato, sicuramente faranno attenzione.