Servono GB sull’iPhone? Ecco come espandere la memoria senza iCloud

ULTIMO AGGIORNAMENTO 15:30

Esiste un metodo molto facile da applicare per poter espandere lo spazio d’archiviazione del proprio smartphone, in particolar modo di un cellulare di Apple. Ma qual è?

Servono GB sull'iPhone? Ecco come espandere la memoria senza iCloud
Questi trucchi saranno essenziali per conservare i nostri dati – MeteoWeek.com

I telefoni della Mela, in caso non lo sapeste, non possono ottenere della memoria aggiuntiva a parte quella standard di ogni smartphone. Per cui, inevitabilmente si finisce con il riempire tutto lo storage disponibile, e dato che non vogliamo eliminare nulla è chiaro che possa risultare essere un problema vero e proprio.

LEGGI ANCHE: Honor pronto a battersi nell’Olimpo degli smartphone: presenta Honor Magic V, il suo foldable con super prestazioni

Tuttavia, possiamo seguire alcune procedure abbastanza semplici da mettere in atto qualora avessimo intenzione di espandere la memoria del cellulare. Se qualcuno è intenzionato a farlo, probabilmente questo tutorial potrebbe essere una soluzione alquanto interessante; vediamo di cosa si tratta.

Suggerimenti su come conservare la memoria

Servono GB sull'iPhone? Ecco come espandere la memoria senza iCloud
Mantenere libero lo spazio d’archiviazione, in alcuni casi, è importante – MeteoWeek.com

Innanzitutto dovremo prendere in considerazione l’idea di sfruttare i vari servizi di cloud storage e di streaming allo scopo di limitare la quantità di dati sul dispositivo. Così facendo avremo modo di salvare molte informazioni in poco tempo, evitando di perdere i nostri dati.

Tuttavia, non è sempre una procedura sicura secondo coloro che la hanno utilizzata: può darsi che vadano smarriti o che, in una situazione particolare, non si abbia la connessione per poter riprendere i dati. In questo caso, dunque, dovremo affidarci ad un metodo che possa funzionare anche in caso non avessimo internet.

In una situazione come questa potremo considerare l’idea di utilizzare delle schede di memoria o chiavette USB, le quali potrebbero esserci utili per immagazzinare alcuni dati importanti al suo interno e soprattutto in breve tempo. Come se non bastasse le cifre che dovremo spendere per avere questi dispositivi sono minime, dunque vale la pena provarci.

Ad esempio un lettore di schede SD per iPhone ha un costo di 30 euro, ma se vorremo avere altri 128 GB di spazio d’archiviazione aggiuntivo, dovremo pagare altri 20 euro in più. Con 512 GB, invece, è chiaro che il prezzo totale si avvicini intorno ai 100 euro.

Tutto ciò non può che essere una soluzione molto efficace per delle ragioni molto semplici: le schede SD e le chiavette possono essere usate anche in diversi device, come i computer ad esempio, ragione per la quale avremo persino una possibilità in più di non perdere i nostri dati in questo modo.

Però, dobbiamo tenere a mente anche l’idea che nel momento in cui decideremo di effettuare questi trasferimenti, è chiaro che non sarà un sistema automatico ad aiutarci. Ovviamente se selezioneremo tutto e sceglieremo di mettere il tutto in un dispositivo, lo potremo fare senza problemi, ma se dovessimo cercare dei file precisi da immettere nell’iPad o nel computer, non ci sarà alcuna IA ad aiutarci.

LEGGI ANCHE: ILIAD annuncia il suo ingresso nelle rete fissa e con fibra inclusa: la dichiarazione dell’Amministratore

Stessa cosa per quanto riguarda l’organizzazione dei contenuti presenti nel nostro cellulare. Durante l’inserimento sia dei video che delle foto sarà necessario cercare a fondo quello che vorremo trovare allo scopo di evitare di tralasciare dei filmati o delle immagini che avremo intenzione di salvare.