DuckDuckGo promette con la sua nuova App di fermare il tracciamento dati: ci riuscirà davvero?

ULTIMO AGGIORNAMENTO 22:45

È stata introdotta una nuova app in grado di impedire che i dati degli utenti vengano tracciati. Ma come può riuscirci meglio di altre software che, ora come ora, possono fare la stessa cosa?

DuckDuckGo promette con la sua nuova App di fermare il tracciamento dati: ci riuscirà davvero?
Logo di DuckDuckGo, il nuovo strumento con cui è possibile proteggere i nostri dati – MeteoWeek.com

Questa nuova opzione prende il nome di DuckDuckGo, e può impedire alle app di Android di monitorare e tracciare le informazioni personali dei consumatori che utilizzano i suoi dispositivi.

LEGGI ANCHE: “Il tuo conto è stato sospeso”, la nuova truffa PostePay, l’ennesima in pochi giorni

Infatti, la funzionalità in questione prende il nome di App Tracking Protection, e ha il principale scopo di offrire a tutti una maggiore protezione dai tracker di terze parti, svolgendo un lavoro migliore rispetto all’App Tracking Transparency di Apple, il quale permetteva ai suoi utenti di disattivare il tracciamento delle app. Ma come funziona con esattezza?

Spiegazioni al riguardo

DuckDuckGo promette con la sua nuova App di fermare il tracciamento dati: ci riuscirà davvero?
Nessun app, a quanto pare, può sfuggire al monitoraggio dello strumento. La sua utilità pare che sia eccezionale – MeteoWeek.com

Il team di sviluppo, per spiegare al meglio in che modo viene sfruttata la sua creazione, ha affermato che non sia né un aggiornamento e tanto meno un’app dedicata, bensì una opzione anti-tracking che deve essere scaricata dal Google Play Store cosicché, la funzionalità, venga abilitata.

Questo software potrà essere usato anche per il sistema operativo e non soltanto per il proprio motore di ricerca, impedendo eventuali tracciamenti di dati da parte di app esterne a parte quelle installate sul dispositivo, ovviamente.

Comunque sia, quando verrà abilitata la feature l’applicazione verrà eseguita in background sullo smartphone, e d’ora in avanti sarà in grado di riconoscere una applicazione che sta per mandare le nostre informazioni ad un tracker remoto. L’azienda, in merito al suo strumento, afferma che sia “continuamente al lavoro per rilevare i nuovi tracker e proteggere gli utenti, quindi ci si aspetta un aggiornamento costante con l’introduzione delle nuove minacce“.

Inoltre, avremo la facoltà di monitorare in tempo reale tutti i tracker bloccati dalla funzionalità, insieme alla tipologia di dato che sarebbe passato nelle mani di altre persone. Il team di sviluppo dichiara che è come se il cellulare fosse protetto da un VPN: “L’app compie la sua magia direttamente dallo smartphone, ma il funzionamento è comunque diverso da una VPN perché non instrada alcun dato attraverso server remoti“.

Durante i test condotti, DuckDuckGo ha scoperto che il 96% delle app gratuite più comuni su Android, utilizza tracker di terze parti di cui gli utenti non sanno assolutamente nulla. L’87% dei dati vengono inviati a Google, mentre un altro 68% a Facebook.

LEGGI ANCHE: Amazon che combini? Ex dipendente ammette di spiare acquisti “VIP”

Anche se lo strumento è in una versione beta, sarà possibile accedere ad una lista di attesa attraverso il browser, mentre nelle “Impostazioni” alla voce “App Tracking Protection” situata in “Privacy“. Per quanto sia possibile accedere facilmente alla funzionalità, dal momento che non sia necessario far uso di moduli da compilare o registrazioni, dovremo attendere del tempo affinché venga rilasciata per tutti.