Come vedere il digitale terrestre sul proprio PC e senza Internet

ULTIMO AGGIORNAMENTO 12:30

Il digitale terrestre si sta preparando al salto di qualità definitivo, con l’arrivo del nuovo standard DVB-T2. Questo richiede alcuni strumenti, ossia una TV all’avanguardia oppure un decoder digitale terrestre da collegare alla propria TV non predisposta. Ebbene, la soluzione risiede proprio qui: esistono alcuni decoder DVB-T2 di piccole dimensioni, USB, che permettono di trasformare il PC o laptop in una TV

digitale terrestre
I decoder a chiavetta vi permetteranno di vedere la TV anche su PC, tramite una semplice soluzione. – MeteoWeek.com

Nelle scorse settimane vi abbiamo parlato più volte delle ultime novità in arrivo per la televisione del prossimo futuro. Come ben saprete, entro il 2022 l’Italia passerà interamente allo standard DVB-T2, per il quale bisogna attrezzarsi a dovere (ve ne avevamo parlato in questo articolo).

Per chi non lo sapesse, in poche parole il DVB-T2 rappresenta il passaggio alla nuova codifica dei canali TV: verranno eliminati i canali “vecchi” in favore di tutti quelli che sfruttano questa nuova modalità di visione. I canali come li conosciamo oggi verranno trasmessi in HD di default, con una conseguente visione nettamente migliore e altri contenuti in arrivo.

Al fianco di tutta la strumentazione necessaria, però, negli ultimi tempi si è fatto largo un nuovo modo di vedere il digitale terrestre, anche su PC: si tratta del decoder digitale terrestre “a chiavetta”, una soluzione molto pratica che consente di vedere la TV del nuovo standard con molta più facilità anche senza una TV, e senza Internet.

Leggi anche: DVB-T2, come scegliere la migliore antenna per la ricezione del segnale

Digitale terrestre senza internet: il decoder a chiavetta su TV

La soluzione del decoder a chiavetta è senz’altro una delle più comode mai viste nell’ambito delle TV moderne. Anzichè acquistare il tipico decoder “a scatoletta”, quindi, ci si porta a casa un piccolo dispositivo simile agli Amazon Fire Stick, che tuttavia permette di visionare i canali della TV classica predisponendo il televisore alla loro ricezione.

Vi spieghiamo il funzionamento per la versione TV. Questo decoder è munito di un ingresso HDMI, e per tale motivo va collegato dietro al televisore in corrispondenza di una di queste porte (di solito sono almeno due o tre). Fatto ciò, alla chiavetta va collegato il cavo dell’antenna, indispensabile e comunque già presente nei collegamenti alla vostra TV. Terzo step è il collegamento del ricevitore a infrarossi (solitamente già incluso nella confezione dei vari decoder), per poter captare il segnale del telecomando e cambiare canale o alzare il volume.

In questo modo avrete collegato un decoder per vedere i canali DVB-T2 praticamente “a scomparsa”, dato che resterà dietro alla TV e sarà quasi invisibile. A differenza dei decoder a scatoletta, quindi, la soluzione è anzitutto visivamente più piacevole: non si vedrà alcun apparecchio aggiuntivo sul mobile.

Leggi anche: DVB-T2 e codice HEVC, come verificare la compatibilità della tua TV

digitale terrestre
Un esempio di digitale terrestre a chiavetta USB (fonte: Amazon). – MeteoWeek.com

Usare il decoder su PC

Passiamo quindi alla controparte PC: questa soluzione vi permetterà di vedere la TV anche sul vostro PC o laptop, senza connessione a Internet. In questo caso sono presenti versioni con presa USB, come potrete vedere nell’immagine sopra, ancora più comode in quanto non necessitano nemmeno del ricevitore a infrarossi: utilizzandolo su PC o laptop potrete semplicemente cambiare i vari canali con mouse e tastiera.

Questo funziona ovviamente attraverso un software specifico, grande differenza rispetto ai decoder a chiavetta HDMI su TV prima descritti: tale software abiliterà a tutti gli effetti la TV all’interno del vostro computer Windows o Mac e potrete vederla senza problemi, ma soprattutto senza internet (non è una soluzione in streaming).

Avrete quindi la possibilità di vedere la TV ovunque abbiate a disposizione un’antenna: ad esempio nelle seconde case, oppure in un’altra stanza.