DVB-T2 e codice HEVC, come verificare la compatibilità della tua TV

ULTIMO AGGIORNAMENTO 12:00

Con l’avvicinarsi dello switch off al nuovo digitale terrestre DVB-T2 si parla anche di codice HEVC. Ecco di cosa si tratta e come verificare la compatibilità della tua TV con il nuovo standard

dvb-t2 hevc
Lo switch off al nuovo digitale terrestre DVB-T2 HEVC è sempre più vicino – MeteoWeek.com

È sempre più vicino il cosiddetto switch off al nuovo digitale terrestre DVB-T2, in programma a partire da giugno 2021. Ne avevamo già parlato in questo articolo, evidenziando come esso porterà alla sostituzione (in Italia) di circa 30 milioni di decoder e TV ormai obsolete, perché non in grado di agganciare le nuove frequenze. Chi possiede uno o più di questi apparecchi dovrà quindi provvedere ad acquistarne uno nuovo, in grado di supportare il nuovo standard. Ma sulla scelta da compiere non sorgono particolari problemi: dal 1° gennaio 2017 è obbligatoria la vendita di televisori con decoder DVB-T2 e HEVC integrato. Alcuni non avranno mai sentito quest’ultimo termine, a differenza del nuovo standard del digitale terrestre: ecco di cosa si tratta.

HEVC: cos’è?

HEVC è la sigla di High Efficiency Video Coding, ed è noto anche come H.265. Esso è uno standard di compressione video, che migliora la qualità di esso. Basti pensare che, rispetto al suo “predecessore” H.264, HEVC raddoppia il rapporto della compressione dei dati, supporta l’ultra definizione a 8K e risoluzioni maggiori, fino a 8192×4320. È quindi uno standard di codifica ad alta efficienza, ed è per questo che è stato accostato al digitale terrestre di nuova generazione. Naturalmente, sebbene accostati, DVB-T2 e HEVC non sono la stessa cosa, in quanto DVB-T2 è la tecnologia utilizzata per la trasmissione del nuovo digitale terrestre, mentre HEVC è appunto lo standard di codifica, come detto poc’anzi. Insieme generano la “nuova tecnologia” utilizzata per il digitale terrestre di nuova generazione.

DVB-T2 HEVC: come verificare la compatibilità della tua TV

dvb-t2 hevc
Uno dei due canali test con segnale HEVC Main 10: chi lo visualizza in questo modo vuol dire che possiede una TV compatibile – MeteoWeek.com

Se hai dei dubbi riguardo la compatibilità del tuo televisore con il nuovo standard di trasmissione televisiva, per verificarla si può ricorrere ad alcuni metodi, come riporta il sito tecnoandroid.it.

  • Il bollino. Solitamente, sulle nuove TV è “affisso” il bollino Platinum DVB-T2 HEVC: se è presente, essa – con molte probabilità – sarà compatibile. Se, invece, il bollino è già stato staccato, è ugualmente possibile verificare se la TV lo possedeva, visitando questa sezione del sito DGTVi e compilando i campi presenti sotto la voce “Ricerca i prodotti con bollino DGTVi”. È una procedura un po’ più laboriosa, in quanto è necessario selezionare prima il tipo di bollino (in questo caso quello “Platinum”), poi la tipologia di apparecchio (decoder, TV LED, monitor, ecc), e infine la marca. Una volta riempiti i campi, clicca su “Cerca”.

Leggi anche: 


  • I canali test. Questa è la soluzione sicuramente più “concreta”: sintonizzati sul canale 100 o sul canale 200. Il primo è di RAI, mentre il secondo è di Mediaset; se non sono presenti nella lista canali prova ad effettuare una sintonizzazione. Essi sono due canali test, in onda con segnale HEVC Main 10: se sono visibili, la televisione è perfettamente compatibile con il nuovo standard DVB-T2 HEVC.