Le migliori app per modificare immagini e renderle ‘a prova di social’

ULTIMO AGGIORNAMENTO 8:00

Vuoi trasformare una semplice foto in uno scatto perfetto da pubblicare sui social? Ecco 4 app utili per modificare immagini, disponibili sia per iOS che per Android

app per modificare foto
Snapseed, applicazione di photo-editing nata nel 2011 e sviluppata da Google – MeteoWeek.com

Gli scatti fotografici sono ormai diventati una sorta di “biglietto da visita” quando qualcuno visita uno dei nostri account social. È vero, sebbene sia meglio cercare di apparire ed essere apprezzati per come si è realmente, praticamente tutti decidono di applicare almeno un filtro o una modifica alle proprie foto. Il rischio è che chi osserva un’immagine ritoccata possa considerarla troppo poco autentica rispetto alla realtà. Avevamo già parlato di questo in un precedente articolo, nel quale abbiamo riportato l’inaspettato risultato di uno studio: in breve, se usi troppi filtri su Instagram prendi meno like.

Ma, alla fine, non c’è nulla di male nel ritoccare e rendere migliore una foto. Magari perché scattata in un luogo particolare, o perché è presente un minimo difetto che balza immediatamente all’occhio e che vogliamo eliminare. Ma questo non riguarda soltanto le foto di persone fisiche, ma anche immagini promozionali: più del 30% degli esperti di marketing considera le immagini come la forma di contenuto più importante per un’attività lavorativa sui social media.

Come molti sanno, gli smartphone possiedono funzionalità molto ridotte per quanto riguarda la modifica di immagini. Per questo, molte persone fanno affidamento ad alcune app create appositamente. Da tempo la domanda è la seguente: qual è la migliore? Ognuno è comodo a suo modo con applicazioni diverse, ma se sei alla ricerca di una nuova app oppure sei indeciso su quale scegliere vogliamo darti qualche consiglio.


Leggi anche:


Ecco quindi 4 app per modificare immagini e provare a renderle “a prova di social”, disponibili sia per iOS che per Android, per soddisfare le esigenze di tutti.

Snapseed

È vero, quasi tutti i siti la consigliano. Ma l’app distribuita da Google nel 2011 propone un editor dedicato al foto ritocco che presenta una vasta gamma di funzionalità e un’interfaccia molto intuitiva. È gratuita e permette non solo di applicare i filtri, ma di modificarli a tuo piacimento e di crearne uno “personale”. I classici strumenti, quali il ritaglio, il testo, le cornici, i bordi, i colori, ecc, sono ovviamente presenti. Insomma, Snapseed è un editor fotografico completo e professionale. E per gli appassionati della fotografia più avanzata, è compatibile anche con file RAW. Su Play Store è molto apprezzata, con una valutazione di 4,5 su 5. Sicuramente da provare.

Photo Lab

Essa è una delle app più utilizzate nel suo genere (oltre 100 milioni di download su Play Store), soprattutto grazie ai suoi effetti: Photo Lab vanta una delle più ampie raccolte di effetti fotografici, dato che ne possiede oltre 900. Ma merita attenzione soprattutto per la sua facilità di utilizzo: non sono infatti necessarie doti da fotografo, in quanto un’immagine potrà essere “pronta” dopo pochi e semplici passaggi. A lungo andare può rivelarsi monotona ma per un utilizzo non troppo assiduo compie egregiamente il suo dovere.

Adobe PS Express

app modificare foto
Adobe Photoshop Express, presentazione generale dell’app su Google Play Store – MeteoWeek.com

Photoshop Express è sicuramente molto comoda, seppur abbia molte funzioni premium a pagamento. Una volta scelta la foto da ritoccare, la barra inferiore fornisce tutte le funzionalità disponibili. Importante è la funzione “Correggi”, che permette di ritoccare piccole aree o difetti dell’immagine, creando appunto una correzione molto difficile da notare. In generale è molto pratica e intuitiva. Su iOS ha una valutazione di 4,7 su 5.

PicsArt

app modificare foto
PicsArt, presentazione generale dell’app su Google Play Store – MeteoWeek.com

Scaricata da oltre un miliardo di persone, è la più popolare di questa lista. La indichiamo come “ultima” in quanto è una delle meno moderne (è nata nel 2011, come Snapseed) e quasi tutti l’hanno utilizzata almeno una volta. Come nel caso delle app già menzionate offre moltissimi strumenti (più di 3.000), 200 tipi di font di testo e oltre 1.000 adesivi da utilizzare. Tuttavia, questa abbondanza, seppur positiva, rischia di intestardire troppo l’utente, che, potendo sperimentare centinaia di opzioni diverse, può investire anche troppo tempo nelle modifiche dell’immagine. Meglio infatti avere meno soluzioni ma “di tendenza”, in modo da trovare con rapidità la soluzione più adatta. Ma, comunque, si parla di un’app per modificare immagini talmente completa che è impossibile non consigliare.