App per home banking: i vantaggi e quali sono le più scaricate

ULTIMO AGGIORNAMENTO 15:30

Le app per home banking sono sempre più diffuse tra gli utenti in possesso di un conto corrente. Permettono di svolgere molte funzioni che prima richiedevano la presenza in banca, e sono estremamente comode. Ecco i vantaggi e quali sono le più scaricate

app home banking
Le app per home banking portano notevoli vantaggi in termini di comodità: non è più richiesto recarsi allo sportello per minime esigenze. – MeteoWeek.com

L’avvento delle app di gestione del denaro dal proprio smartphone ha portato una radicale innovazione nella gestione economica dei propri fondi. Gli stessi portafogli virtuali e i conti come PayPal hanno imposto autentici nuovi standard, seguiti a catena da molte altre banche e aziende in generale, per poter restare al passo con i tempi.

Naturale evoluzione di tutto ciò sono le app per home banking, che consentono di gestire il proprio conto corrente in modo completamente virtuale dal proprio smartphone o tablet, ovunque ci si trovi. Vediamone i vantaggi e quali sono le più scaricate dagli utenti.

I vantaggi delle app per home banking

Anzitutto, una app per home banking consente all’utente di visionare in tempo reale, minuto per minuto, il saldo del proprio conto corrente. Questo si traduce in una sparizione completa dell’obbligo di recarsi allo sportello per stampare il relativo scontrino: è sufficiente qualche tap sul proprio telefono per arrivare al saldo del conto.

Queste app inoltre permettono di trasferire denaro e inviare pagamenti tramite bollettini o altre forme permesse, sempre comodamente dal proprio telefono. Anche in questo caso quindi viene eliminato il problema di doversi recare presso una filiale o altra sede per forza di cose: è sufficiente inserire i dati richiesti, oppure seguire il percorso dedicato nell’app, per pagare un MAV o inviare un bonifico in rapidità.

Molte di queste app consentono di gestire in modo intelligente il proprio conto corrente in funzione delle spese, impostando limiti mensili e quant’altro. Inoltre, danno accesso a tutte quelle funzioni “periferiche” estremamente comode per l’utente: la prenotazione di un appuntamento in filiale, la visione di documentazioni, estratti conto automatici, transazioni e buste paga, ma anche l’avvio di investimenti e soluzioni proposte dalla banca, spesso magari riservate agli utilizzatori delle app di home banking.

app home banking
Gli sportelli ATM restano obbligatori soltanto per il prelievo di denaro contante: il resto delle pratiche “comuni” può essere svolto comodamente dall’app mobile. – MeteoWeek.com

Le più scaricate e come attivarle

Attualmente in Italia le app per home banking più scaricate sono quelle delle principali banche: Mobile Banking UniCredit, RelaxBanking Mobile di BCC, Intesa Sanpaolo Mobile, Smart Mobile Banking di Gruppo BPER, YouApp di Banco BPM, ING HomeBank di ING, Banca MPS di Monte dei Paschi di Siena, UBI Banca, BNL, e a seguire tutte le app provenienti dai gruppi bancari minori.


Leggi anche:


Di solito, per attivare queste applicazioni bisogna recarsi in filiale e richiederne l’attivazione, oppure sfruttare i servizi online corrispettivi. Una volta attivato il proprio profilo per l’applicazione home banking, vi si potrà accedere ovviamente in massima sicurezza tramite un PIN e codici di recupero vari. Un esempio: nel caso di UniCredit, l’applicazione richiede l’accesso tramite un codice PIN ed è presente poi un altro codice da utilizzare per altre situazioni. L’app, inoltre, si può sfruttare soltanto su un dispositivo per volta, sempre a scopo di sicurezza.