App in soccorso dei pensionati: contatto diretto con INPS

ULTIMO AGGIORNAMENTO 10:00

Il nuovo aggiornamento dell’applicazione dedicata interamente alla gestione sia della propria salute che delle informazioni personali è fenomenale: adesso avremo modo di sfruttare delle nuove funzionalità. Ma quali?

App in soccorso dei pensionati: contatto diretto con INPS
L’App io è tra le più utilizzate in Italia per via delle impostazioni che mette a disposizione, come quelle che esporremo tra poco – MeteoWeek.com

Grazie al nuovo accordo instaurato fra l’Inps e PagoPa, è stato realizzato un nuovo update che mira ad aggiungere alcuni servizi disponibili direttamente sulla piattaforma, rendendo l’App IO ancora più aggiornata e migliorata sotto questo punto di vista.

LEGGI ANCHE: First Order Stormtrooper, il casco prodotto da Hasbro promette già grosse vendite

Viene pure specificato che fra le nuove funzioni disponibili vedremo anche le notifiche per le disposizioni di pagamento di prestazioni pensionistiche, oltre che quello dell’avanzamento di richieste inerenti all’Inps. Ma che cosa altro è stato aggiunto insieme a quanto detto fino ad adesso?

Le opzioni nuove

App in soccorso dei pensionati: contatto diretto con INPS
L’identità digitale sta sostituendo sempre di più quella cartacea – MeteoWeek.com

La cassetta postale dell’App Io avrà modo di essere utilizzata pure per coloro che, sfortunatamente, hanno perso il proprio lavoro, i quali aspettano che venga accettata la domanda del NASpl in cui viene mostrato un video personalizzato per spiegare la modalità di calcolo della propria assicurazione sociale.

Così facendo, oltre a sapere tutte le eventuali procedure burocratiche in merito e i vari processi da portare a termine per arrivare fino a quel momento, sarà possibile sapere sia l’importo che si riceverà che la sua durata totale.

Gli utenti, poi, potranno avere visione delle informazioni selezionate in base alla categoria di appartenenza, e in seguito saranno anche guidati per accedere ai vari servizi che la piattaforma in questione è in grado di garantire a tutti i suoi consumatori. Per farlo basterà cliccare delle icone “Call to Action” per poter accedere alle funzioni dedicate.

L’accordo, fra l’altro, prevede anche l’introduzione di una nuova piattaforma digitale dei dati e che consentirà lo scambio di informazioni e l’interoperabilità tra tutte le amministrazioni. In tal modo si potrà presentare l’Isee, il titolo di studio, l’indirizzo e quant’altro.

A questa iniziativa, in aggiunta, hanno aderito più enti dello Stato con lo scopo di garantire un progetto interessante e funzionale. Vediamo, dunque, la presenza dell’Inps, dell’Agenzia delle Entrate e delll’Anagrafe nazionale della popolazione residente.

Insomma, è chiaro che ciò che abbiamo tra le mani, adesso, non sia poco, soprattutto perché questi aggiornamenti mirano a migliorare in modo esponenziale una piattaforma molto utile e parecchio usata. Sicuramente non sarà l’ultimo, però averla resa in questa maniera è già un ottimo progresso.

LEGGI ANCHE: Sony ha in serbo una sorpresa che cambierà la nostra visione di foto digitale

Comunque sia l’applicazione IO è disponibile nei vari store online, e può essere scaricata sui sistemi operativi disponibili come Android e iOS. Per farlo, ovviamente, ricordiamo che i cittadini dovranno avere la propria identità in digitale. Lo Stato ha offerto da tempo diversi modi per poterne creare una, di conseguenza sarà sufficiente informarsi a dovere e scoprire come sarà possibile realizzarla.