Ozon vs Amazon: l’e-commerce punta sulle firme

ULTIMO AGGIORNAMENTO 15:30

Esiste un e-commerce in grado di sfidare Amazon, ma che non ha a che vedere con l’America visto che si trova in Russia. Di chi stiamo parlando?

Ozon vs Amazon: l'e-commerce punta sulle firme
Ozon, seppur non sia famoso quanto Amazon, ha come obiettivo quello di superarlo – MeteoWeek.com

Amazon ha un nuovo concorrente e che sembra abbia intenzione di sovrastarlo. È europeo e si presenta essere come il suo alterego russo, tant’è che avrebbe intenzione di prendere tutto ciò che gli appartiene.

LEGGI ANCHE: PlayStation 5 torna su GameStop: che sia la volta buona?

Si chiama Ozon, e a giudicare dalla quotazione record che ha registrato a Wall Street, probabilmente sbarcherà anche in Italia poiché considerato un paese importante dove poter vendere i prodotti racchiusi all’interno di questa nuova piattaforma.

I piani dell’azienda

Ozon vs Amazon: l'e-commerce punta sulle firme
Essendo l’e-commerce più famoso al mondo, difficilmente, Amazon, potrebbe essere sovrastato – MeteoWeek.com

Shulgin, l’Amministratore delegato di Ozon, ha dichiarato le seguenti parole in un’intervista a Russia Forum: Driving the Future a Expo 2020 Dubai: “Sono 85 milioni le persone al mese visitano la nostra app e il nostro sito web. Sono persone che spendono in Russia con Ozon, e abbiamo 21 milioni di clienti, persone che hanno realizzato almeno un acquisto nell’ultimo anno. Si tratta di un pubblico immenso, e ovviamente ci sono tante persone interessate ad acquistare brand italiani. Questo è il motivo per cui il prossimo anno pianifichiamo di lanciare le nostre operazioni in Italia“.

Prosegue il suo discorso, dicendoci che: “Speriamo che entro la metà del prossimo anno sia possibile realizzare il lancio. Le società italiane potranno inserire i loro prodotti sulla nostra piattaforma e noi forniremo opzioni di logistica per le spedizioni in Russia e ritorno: anche i marchi russi potranno vendere i loro prodotti in Italia. La compagnia si sta espandendo molto velocemente, per quest’anno ci aspettiamo un dato di crescita del 120%. E con questo tasso, ci aspettiamo che la crescita continui più avanti. Il mercato al dettaglio della Russia è piuttosto grande, circa 500 miliardi di dollari, e la penetrazione dell’e-commerce è circa il 10%. Cresce ogni anno e si prevede che raggiunga il 15-16% in 4 anni da ora. Il mercato cresce velocemente e noi cresciamo più velocemente di lui“.

Qui, invece, parla dei prossimi piani futuri e in che modo, Ozon, si evolverà ulteriormente: “Il nostro obiettivo per il prossimo anno è costruire contatti per permettere a compagnie di altri Paesi, come l’Italia, di vendere a cittadini russi attraverso Ozon. Abbiamo già aziende da Cina, Turchia, Israele, Stati Uniti, Corea, che utilizzano questo servizio. Non abbiamo fatto quanto avremmo dovuto in Italia, ma ora risolveremo. Potrebbe essere interessante per le compagnie italiane crescere nel Paese. La nostra missione è di essere aperti per tutti, il servizio è lo stesso per tutti e non ci sono restrizioni sulla piattaforma per operare“.

LEGGI ANCHE: Goodbye iPhone: da Gennaio questo modello sarà “antico”

Infine, l’Amministratore delegato ci spiega come siano riusciti ad espandersi così velocemente: “Con il coronavirus, nel 2020 ovviamente c’è stata un’accelerazione dell’e-commerce, in particolare durante il lockdown, ma la crescita resta, il Covid ha solamente accelerato questa espansione, ha detto l’amministratore delegato, aggiungendo che a Expo 2020 Dubai vogliamo comunicare le nostre possibilità alle aziende di altri Paesi, che possono utilizzare Ozon per far crescere i loro affari e vendere in Russia, e trovare partner che possano rendere più facile il nostro approdo in altri Stati“.