Motorola collabora con Bullitt e crea DEFY, lo smartphone rivoluzionario

ULTIMO AGGIORNAMENTO 18:30

Nasce dall’esperienza di due aziende leader nel settore il nuovo dispositivo che promette di resistere anche alle sollecitazioni più estreme

Può essere definito un prodotto assolutamente imperdibile per tutti quelli che cercano un apparecchio resistente e prestazionale – Meteoweek.com

Il nuovo smartphone firmato da Motorola nasce dall’unione dell’esperienza del grande marchio di telefonia con Bullit, azienda licenziataria del marchio Caterpillar, leader nel settore dei prodotti pensati e sviluppati per la vita di cantiere. Ambiente ostili, dove la tecnologia raffinata non ha vita longeva. Già in passato questa società aveva tentato la via del settore commerciale, ma pur presentando delle alternative valide non aveva ancora centrato il cuore dei consumatori.

La sinergia tra le società ha permesso però la realizzazione di Defy, uno smartphone della categoria rugged. A questa appartengono notoriamente gli apparecchi molto resistenti dotati di una scocca poderosa capace di resistere ad urti, acqua e sollecitazioni molto intense. Defy tuttavia pur rispondendo pienamente alle necessità che il comparto richiede ha una carta in più.

LEGGI ANCHE: I Motorola Moto e7 ed e7i Power arrivano in Italia: 2 ottime soluzioni low cost

Il nuovo rugged lanciato sul mercato infatti si contraddistingue per un design elegante, accattivante e versatile.

Le caratteristiche dello smartphone rugged DEFY

Il nuovo Defy sfida le condizioni ambientali difficili, negli ambienti più impervi, non dimenticandosi mai dello stile – Meteoweek.com

Analizziamo più nel dettaglio le caratteristiche di questo rugged che potrebbe essere un valido alleato anche di chi pratica sport estremi. Come già anticipato il Defy ha tra le su carte migliori una capacità di resistenza agli urti davvero eccezionale. Questo risultato gli viene conferito da un lato dalla TPU integrata, che difficilmente sfuggirà anche ad una presa poco salda grazie alla sua zigrinatura superficiale, dall’altro grazie alle componenti che sono di fatto alloggiate su una armatura interna ulteriore. Questa corazza ha permesso di certificare il dispositivo come resistente alle cadute su piastra di acciaio ad una distanza di 1,8m.

Defy tuttavia è anche un dispositivo da portare con se per molte attività diverse. Qualora ad esempio volessimo utilizzarlo per scattare delle immagini ci verranno utili le due fotocamere di cui è dotato. La principale è contraddistinta da un sensore da 48 MP f/1,8 + 2 MP profondità + 2 MP macro, mentre l’antoriore da un modesto mafunzionale 8 MP.

Per quanto riguarda il display, avremo un 6,5″ HD, con una risoluzione 1600×720 pixel, realizzato in un vetro brevettato prestazionale, il Corning Gorilla Glass Victus dello spessore di spessore di 0,7 mm e 0,5 mm, sensibile anche al tocco delle dita bagnate.

 

LEGGI ANCHE: Motorola lancia Moto Watch 100 con specifiche premium

Veniamo pero ai tasti dolenti. A partire dalla memoria. Infatti il modello presenta una RAM da 4 GB e uno spazio di archiviazione di soli 64GB. Anche sulla tecnologia di connessione non siamo proprio ad un livello eccezionale, dovendoci accontentare della compatibilità solo con reti 4G LTE.

Questi sono compromessi che però hanno un loro significato. Il Motorola Defy infatti è acquistabile ad un prezzo di listino davvero modesto, a soli 339€, che lo inseriscono in maniera decisamente competitiva rispetto agli apparecchi simili.