Ecco come si presentano i nuovi MacBook Pro 14 e 16, i più veloci di sempre

ULTIMO AGGIORNAMENTO 19:57

Sono stati annunciati i nuovi computer portatili della Mela, e questa volta di “pro” non hanno soltanto la scritta nel nome, ma anche il livello delle prestazioni.

Ecco come si presentano i nuovi MacBook Pro 14 e 16, i più veloci di sempre
Modelli dei nuovi MacBook Pro 14 e 16 di Apple – MeteoWeek.com

Si tratta dei nuovi MacBook Pro, basati sui processori Apple Silicon, e presentati direttamente nell’ultimo evento della Mela. Ciò che li contraddistingue non è solo il fatto che ci siano i nuovi SoX M1 Pro e M1 max, ma anche che siano laptop professionali e particolari.

LEGGI ANCHE: Smartphone Android e l’invio continuo dei dati del cliente: tutto normale

Difatti si distinguono per le seguenti caratteristiche: le tante porte a disposizione, il display Liquid Retina XDR a mini-LED, la sparizione della Touch Bar e il notch centrale sullo schermo in cui è riposta una camera da 1080p.

Scheda tecnica dei laptop

Parliamo dei due MacBook Pro con uno schermo da 16,2″ (3456 x 2234 pixel) e da 14,2″ (3024 x 1964 pixel). Ambedue condividono le stesse prestazioni dal momento che hanno l’M1 Pro e l’M1 Max, mentre lo spazio di archiviazione può arrivare fino a 8 TB con una velocità di scrittura di 7,4 GB/s. Il laptop da 16,2 è spesso 16,8 mm e pesa 2,13 kg, mentre il secondo ha uno spessore di 15.5 mm con 1,58 kg. E anche se non sono fanless, hanno entrambi un buon sistema di raffreddamento che muove il 50% in più di aria, seppur possa fare rumore.

Contengono pure uno slot per le schede SDXC, una porta HDMI, il jack che gestisce le cuffie ad alta impedenza e altri tre ingressi USB-C che possono svolgere la funzione di ricarica. Ritorna anche il connettore MagSafe 3 per la ricarica con il supporto alla carica rapida, dove il 50% della capacità della batteria si raggiunge in 30 minuti. L’autonomia totale, secondo Apple, è di 17 ore per il primo MacBook e 21 per il secondo.

E grazie agli M1 Pro di cui sono dotati i MacBook, è possibile collegare fino a due Pro Display XDR, ma sfruttando al massimo l’M1 Max potremo unire direttamente tre schermi insieme a una TV 4K. Per quanto riguarda il display, oltre ad avere delle cornici più sottili per il notch e la fotocamera Face Time da 1080p con Neural Engine, è realizzato con la tecnologia Pro Motion che permette una frequenza di aggiornamento di 120 Hz. Lo schermo è un Liquid Retina XDR da 1.000 nit fino a 1.600 e 1 miliardo di colori, ispirato chiaramente dai Pro Display XDR e che prende la luce mini-LED già usata negli iPad Pro.

Infine, per quanto riguarda il reparto audio, i MacBook supportano il Dolby Atmos. Il 16″, quindi, ha sei altoparlanti: due tweeter e quattro woofer, entrambi più grandi e decisamente migliorati, mentre i microfoni installati sono tre.

LEGGI ANCHE: Nothing Phone vorrebbe sbalordirci ancora: rumor di un cellulare assurdo in cantiere

I MacBook Pro con chip M1 Pro e M1 Max saranno disponibili a partire dal 26 ottobre. Il 14″ avrà un prezzo di 2,349 euro con M1 Pro, CPU 8‑core, GPU 14‑core e 512 GB SSD, mentre quello da 16″ costerà 2,849 euro con M1 Pro, CPU 10‑core, GPU 16‑core e 1 TB SSD.