Facetime sbarca su Android e Windows? Ecco come funziona

ULTIMO AGGIORNAMENTO 20:21

Ora videochiamate non hanno più confini software. Con l’ultimo evento di Apple, Facetime diventa accessibile anche agli utenti Android e Windows.  

Facetime apre le porte ad Android e Windows – MeteoWeek.com

Un colpo di scena

Facetime allarga i suoi orizzonti ed è finalmente accessibile anche da tutti gli utenti Android e Windows. Infatti Apple, dopo l’evento del 14 settembre, ha aggiornato la celebre app iOS di videochiamate che permette ora di poter accedere da ogni piattaforma per mezzo di un’interfaccia Web. Tuttavia si tratta ancora di una beta in fase di test.

Chiaramente si tratterà di una funzione ben lontana dalla piena esperienza che Facetime offre sui dispositivi Apple, ma si tratta pur sempre di un piccolo accenno di libera accessibilità.

Chi è utente Apple sa benissimo che la mela difficilmente si fa mordere dagli ospiti indesiderati, ma per molti rimane ancora la speranza che al tavolo di Cupertino si possano sedere anche gli utenti Android e Windows che potranno accedere ad iMessage senza passare da terze parti.

LEGGI ANCHE: Apple, FaceTime diventa compatibile con Android e Windows: ecco come

Possiamo usare Facetime via web …

Facetime è accessibile via Android, Windows e ChromeOS. I requisiti tecnici sono a portata di mano. Basta infatti avere la versione aggiornata di Google Chrome o Microsoft Edge. Tuttavia risulta ancora non disponibile per Mozilla Firefox o altri browser.

Ci sarà consentito entrare in una videochiamata già in corso, utilizzando un “invito” sotto forma di link URL.

L’interfaccia di FaceTime è molto intuitiva e facile da usare. Una volta ricevuto l’URL della videochiamata si arriverà a una schermata che chiede di inserire un nickname, senza bisogno di un Apple ID. Una volta uniti alla chiamata, saranno disponibili le funzionalità di base per comunicare su FaceTime: attivare o disattivare camera e audio, scegliere l’input e uscire dalla chiamata.

… ma con alcune limitazioni

Ad oggi l’interfaccia di Facetime non permette di effettuare chiamate tra due dispositivi Android o Windows. La presenza di almeno un dispositivo Apple è insomma ancora necessaria. Non sono disponibili filtri è non è possibile ottenere una cronologia delle chiamate: l’interfaccia si limita allo stretto necessario, ossia l’inclusione di un utente nella conversazione.

Ricordiamo che si tratta di un’interfaccia utente e non di una web app. Infatti non è ancora possibile iniziare una chiamata su FaceTime dal browser.

LEGGI ANCHE: Apple sta collaborando con LG? Sembrerebbe di sì, tutto per produrre uno smartphone pieghevole

Come faccio ad usare Facetime?

Per poter usare questa funzionalità è necessario avere installato iOS 15 o iPadOS 15 e successivi. All’interno dell’app FaceTime sarà presente l’opzione “Crea link”. Ogni persona che riceverà l’ URL, potrà entrare nella videochiamata. Una volta che l’utente avrà ricevuto il link, bisognerà ammetterlo all’interno della conversazione.

Una videochiamata con partecipanti provenienti dall’interfaccia Web per chi è connesso da dispositivi Apple non presenterà alcuna differenza. Il link delle chiamate FaceTime non è soggetto a scadenza e potrà essere riutilizzato in futuro.

Quindi per riassumere, non si tratta della vera e originale app di videochiamate Facetime, ma piuttosto di una funzione che permette di invitare uno o più utenti a provare il programma, sempre sotto la supervisione di mamma Apple. L’invito stesso infatti deve necessariamente partire da un device Apple.