Lo sbarco sulla luna come opera d’arte grazie agli NFT

ULTIMO AGGIORNAMENTO 15:35

L’artista Andrea Bonaceto ha reinterpretato la prima pagina del Corriere della Sera del 1969 che riportava l’emozionante notizia dello sbarco sulla luna, trasformandola in un’opera d’arte

luna
Una delle foto epiche che hanno documentato lo sbarco sulla luna- MeteoWeek.com

L’artista ha scelto appunto di trasformare una pagina iconica della testata giornalistica in un oggetto di cryptoart. Sarà un opera inserita in un progetto artistico complesso che prevede anche i ritratti degli astronauti dell’Apollo e andrà all’asta giovedì dalle 18 alle 19 del 23 settembre sulla piattaforma di Nifty Gateway.

Un modo davvero speciale per festeggiare i 145 anni del giornale e che ha sempre avuto credenziali molto strutturate in tema di avanguardia in ogni campo delle cultura.

LEGGI ANCHE: Lamborghini crea i suoi NFT: pochissimi pezzi e già a ruba

I Non-Fungible Token della pagina saranno prodotti in 10 edizioni limitate, pezzi unici non replicabili, che si potranno aggiudicare solo i migliori offerenti. Conservate in blockchain potranno fare bella mostra di se sui dispositivi dei collezionisti. Un mercato in forte espansione che si vede sempre più spesso sostenuto da opere di diversa natura, e da ogni settore, dal canto ai motori, così come è stato per l’apripista del modello Lamborghini.

Il mercato dell’arte digitale quindi è quello in maggior fermento. Tuttavia andando ad analizzare la sua veloce crescita si può dire che abbia avuto la sua vera evoluzione solo ad inizio di quest’anno. Il tutto grazie all’intervento sulla scena della famosa casa d’aste Christie’s. La società, che si è distinta per essere stata la prima ad accettare pagamenti in cryptovaluta, ha fatto anche registrare numerosi altri record.

Andrea Bonaceto ed il panorama internazionale della cryptoart

I NFT possono raggiungere delle cifre molto importanti che non ci si sarebbe mai aspettati da oggetti d’arte digitali – MeteoWeek.com

A catalizzare l’attenzione mediatica è stata l’opera Everydays: the first 5000 days realizzata da Beeple. Una vendita clamorosa perché con 69.346.250$ ha polverizzato il precedente record detenuto da un’opera digitale. E non solo, visto che ha superato anche quello per singolo lotto battuto durante un’asta online, sia in termini di offerta che di proposta digitale. La particolarità di Everydays, un affascinante progetto fotografico. Questo immortala l’autore ogni giorno dal 2007 al 2021, è quella di essere un collage di 5000 scatti.

Il suo notevole prezzo di vendita l’ha fatta dichiarare la terza opera nella classifica di quelle battuta all’asta, e che sono realizzare da un artista ancora in vita.

Il questo scenario molto vivace si inserisce anche il lavoro del nostro Andrea Bonaceto. Era già stato conosciuto per le sue scelte audaci, come la discussa collaborazione tra l’artista e il robot Sophia che a marzo hanno creato NTF poi messi in vendita da Nifty Gateway.

LEGGI ANCHE: Arriva sul mercato blockchain LOOT, la community diventata virale che produce NFT per piccole (e grandi) opere d’arte

Insomma la scelta del nuovo tema è quindi molto strategica, una pagina storica che immortala in maniera apparentemente cristallizzata, un momento significativo per la storia dell’umanità. È quindi molto interessante, anche in virtù del fatto che presto, grazie alle nuove missioni, l’umanità tornerà sulla Luna.