Siete sicuri di usare al meglio Instagram? Seguite i consigli degli esperti!

ULTIMO AGGIORNAMENTO 9:16

Conosciamo tutti Instagram, il social che ha fatto successo basandosi sull’immagine, l’estetica, le storie, i video brevi e poche parole a condire i contenuti multimediali. Ma sappiamo davvero come utilizzarlo correttamente per avere risultati concreti? Scopriamolo.

Instagram è il quarto social più usato al mondo secondo la classifica Digital Report 2021 di We Are Social. Ma sappiamo usarlo al meglio? – MeteoWeek.com

Partiamo dal principio:

La prima cosa che ci balza all’occhio quando apriamo Instagram e selezioniamo un profilo è la Biografia dell’account.

Con gli ultimi aggiornamenti è ora possibile scrivere all’interno della propria biografia uno o più hastags, in modo tale che il proprio account venga individuato e seguito da altri utenti più facilmente.

Instagram è uno strumento di interazione sociale, quindi è controproducente pubblicare solo contenuti, ma è fondamentale dedicare del tempo per rafforzare il rapporto con i tuoi followers.

Concetto importante da tenere a mente non solo per Instagram, ma qualsiasi social in generale è la persistenza: condividere regolarmente contenuti con il tuo pubblico prediligendo però sempre la qualità alla quantità.

E’ oramai di uso comune lo slogan “un post al giorno” che cela comunque un filo di verità. Risulta dunque fondamentale porsi le giuste linee guida prima di procedere a qualsiasi pubblicazione.

LEGGI ANCHE: Vi ricordate Instagram? l’evoluzione di un fenomeno dal 2010 ad oggi

I punti di riferimento sono 4:

  1. Valore. Il tuo contenuto apporta effettivamente e concretamente un valore per il tuo pubblico di riferimento? E’ qualcosa di utile o di facile fruizione?
  2. Rarità. Ciò che stai postando è qualcosa che puoi trovare facilmente altrove o sei uno dei pochi se non l’unico a trattare questo tema? Se non sei il primo a parlarne, perché dovrei seguire la tua pagina in luogo di un’altra?
  3. Insostituibilità. La media del tuo pubblico di riferimento è in grado di replicare un contenuto come il tuo rispettando i medesimi standard qualitativi?
  4. Soluzione. I tuoi contenuti apportano qualcosa in più o comunque sono in grado di risolvere un problema concreto ed attuale nel breve/medio periodo?
Come sfruttare al meglio l’’applicazione? – MeteoWeek.com

 

È fondamentale inoltre saper utilizzare correttamente gli hashtag, una sorta di timbri per farci trovare più facilmente e che permettono di categorizzare i post pubblicati in modo tale da raggiungere un maggior numero di utenti interessati.

Gli hashtag inoltre devono infatti essere coerenti con la foto che hai pubblicato in modo tale da categorizzarla in maniera specifica e per essi vale la regola “pochi ma buoni”.

Essenziali oggi sono le storie e le dirette. Inizialmente Instagram era pressoché feed, contenuti multimediali organici. Oggi è principalmente storie e i post sono diventati una sorta di contorno a supporto del piatto principale.

Le storie sono infatti brevi video che puoi utilizzare per raccontare le tue giornate in cui si possono inserire foto, video, hastags e comporre dei box di interazione come domande e risposte, sondaggi, indice di gradimento e molto altro.

Le dirette invece nascono inizialmente solo per pochi eletti, i personaggi famosi. Oggi le dirette streaming sono disponibili per chiunque e permettono di interagire in tempo reale con la propria community di followers.

Ribadiamo l’importanza che ha in questo social il creare contenuti di qualità (Visual Content). Essenziale è rispettare le dimensioni e la risoluzione che Instagram ci propone sia per foto, video e immagini.

LEGGI ANCHE: Instagram cambia: se hai meno di 18 anni avrai esclusivamente il profilo privato

Ciò che ti può distinguere è l’arte dello storytelling, saper narrare, saper emozionare, saper intrattenere il pubblico.

Infine è l’interazione la chiave di tutto. Non a caso stiamo parlando di un social network. Ricordati dunque di commentare, mettere like, seguire gli altri, condividere, taggare, geolocalizzare le foto, sponsorizzare i post e saperli postare nei momenti della giornata in cui la soglia di attività e fruizione è più alta.