Windows 11 porta una novità assoluta: può girare anche da Browser, a patto che… – [VIDEO]

ULTIMO AGGIORNAMENTO 18:23

Un video di poco più di un minuto, tanto breve quanto foriero di grande novità. Microsoft apre le finestre per un mondo ibrido con Windows 365, un nuovo servizio cloud che consentirà alle aziende di provare Windows 10 o, meglio ancora Windows 11, su qualsiasi dispositivo, direttamente da cloud.

Microsoft, Windows 365 è il nuovo servizio per aziende - MeteoWeek.com
Microsoft, Windows 365 è il nuovo servizio per aziende – MeteoWeek.com

Sarà possibile accedere a Windows 365 da qualunque device, inclusi Mac, iPad, PC Linux e un dispositivo Android, passare da un dispositivo all’altro in modo rapido e preciso, riprendendo il lavoro senza perdere nulla. Inoltre, sarà possibile creare PC funzionanti tramite cloud in pochi minuti, anche se sarà diverso in base alla piattaforma.  Ad esempio, il supporto USB e multi-monitor è disponibile solo quando si accede da un desktop Windows.  “Finestre ibride per un mondo ibrido”, comunque, lo slogan del colosso di Redmond per il progetto Windows 365, un servizio tramite il quale sarà possibile, di fatto, utilizzare Windows 11 e Windows 10 a livello ufficiale attraverso un comune browser o tramite l’applicazione “Desktop remoto” di Microsoft.

LEGGI ANCHE >>> Microsoft invita urgentemente ad aggiornare Windows, a causa di un grave problema

“Windows 365 offre un’esperienza di avvio istantaneo”, così parlò Wangui McKelvey, direttore generale di Microsoft 365 riguardo all’accesso istantaneo che consentirà agli utenti di trasmettere in streaming la propria sessione Windows con tutte le stesse app, strumenti, dati e impostazioni su Mac, iPad , macchine Linux e dispositivi Android. “Puoi riprendere esattamente da dove avevi interrotto, perché lo stato del tuo Cloud PC rimane lo stesso, anche quando cambi dispositivo”.

Windows 11, save the date: ad agosto la doppia versione

Windows 365 dovrebbe essere lanciato il prossimo 2 agosto, inizialmente disponibile soltanto per le aziende, con un costo di abbonamento mensile per utente. Microsoft non ha ancora fornito dettagli esatti sui prezzi, quel che è certo è un servizio progettato per le aziende individuali fino ad arrivare alle aziende con migliaia di dipendenti.

LEGGI ANCHE >>> Microsoft lancia la Green Software Foundation, per unire tecnologia e sostenibilità

Ci saranno due edizioni di Windows 365: Business ed Enterprise. Entrambi sono alimentati da Azure Virtual Desktop e i singoli Cloud PC possono essere configurati con una singola CPU, 2 GB di RAM e 64 GB di spazio di archiviazione di fascia bassa, fino a otto CPU, 32 GB di RAM e 512 GB di spazio di archiviazione. Microsoft offre 12 diverse configurazioni sia per Windows 365 Business che per Enterprise, con la possibilità di ridimensionare la potenza di elaborazione e scegliere fra molte opzioni a disposizione.

Tecnicamente Windows nel cloud non è molto diverso dalla miriade di scelte già presenti, come Azure Virtual Desktop e Citrix, la differenza col passato su cui sta puntando Microsoft nel presente è nella facilità d’uso, e di conseguenza nella sua gestione. “Windows 365 farà davvero un’enorme differenza per le aziende che volevano provare la virtualizzazione, ma che finora per vari motivi ma non potevano – rimarca McKelvey – forse era troppo costoso, troppo complesso o non avevano le competenze interne per farlo”. Adesso non sarà più così: l’unica condizione importante è che si tratterà di uno strumento dedicato esclusivamente al mondo business. Poi chissà…