Poparazzi, la nuova App anti-Instagram

ULTIMO AGGIORNAMENTO 8:34

L’app a metà tra TikTok e Instagram, dove a fare le foto non siete voi… ma i vostri amici. Ecco l’anti-instagram per eccellenza.

Poparazzi, la nuova app – MeteoWeek.com

Neanche il tempo di smaltire il fenomeno ClubHouse (potete trovare l’articolo qui ) in netto calo di download rispetto ai mesi a cavallo tra il 2020 e il 2021, che una nuova app è già sulla bocca di tutti ed è al primo posto nell’App Store.

Si chiama Poparazzi, e già il nome fa intuire il suo funzionamento.

Si tratta di un nuovo social che promette di rivoluzionare il web grazie a un approccio totalmente diverso da quello a cui siamo abituati, ovvero postare noi le nostre foto, con filtri e in posa.

Come suggerisce il nome, Poparazzi è un nuovo social network centrato sulle foto, ma attenzione a paragonarlo a Instagram.

Poparazzi infatti presenta diversi punti in contrasto con il noto social network fotografico, ormai proprietà di Facebook. La peculiarità di Poparazzi consiste nel fatto che nel social sono vietati i selfie: sono ammesse esclusivamente immagini degli utenti scattate da altri utenti, anche per quanto riguarda le immagini del profilo.

LEGGI ANCHE: Facebook e Instagram evolvono: ecco la nuova, attesa funzione

Che cos’è Poparazzi

Che cos’è Poparazzi – MeteoWeek.com

Per la prima volta gli utenti non avranno controllo sulla pubblicazione dei contenuti fotografici che li riguardano.

L’app è salita al primo posto tra quelle con maggiori download sull’App Store.

L’obiettivo è candidarsi a diventare “l’anti-Instagram” e creare account meno perfetti ma più realistici.

Poparazzi è un’app simile a Instagram dove i profili degli iscritti sono creati dagli amici. Gli utenti diventano così dei veri e propri paparazzi, con il compito di pubblicare le foto degli altri.

Avete presente le foto delle star che vanno a prendere il caffè e vengono sommerse dai paparazzi? Ecco, l’app in questione racchiude tutte queste dinamiche.

Poparazzi prevede infatti che ogni volta che viene pubblicata la foto di un utente, lo stesso utente riceva una notifica di avvenuta pubblicazione, davvero come le star.

Ma non si rischia di varcare la linea tra normalità e “celebrity life“? Della serie “sono VIP anche senza esserlo”?

Probabile.

Nel caso in cui l’immagine venisse pubblicata da un utente non presente nella cerchia di amici del soggetto della foto, allora la pubblicazione deve essere preceduta dall’approvazione del diretto interessato nello scatto.

Poparazzi è stata creata da due fratelli, Austen e Alex Ma, i quali avevano già sviluppato l’app TTYL, basata sulle conversazioni audio, per certi versi precursore di Clubhouse.

Molti Influencer stanno già condividendo su Instagram le foto di questa nuova app, il content creator Iconize, la tiktoker Cecilia Cantarano e lo youtuber Fabrizio Valerio sono solo alcuni esempi.

Ma la vera domanda è: riuscirà questo social a diventare popolare o scomparirà presto?

LEGGI ANCHE: Clubhouse: da Facebook in arrivo un “clone” per competere?

Poparazzi ha anche qualcosa in comune con Clubhouse: attualmente infatti è disponibile esclusivamente per dispositivi iOS, anche se Clubhouse si sta aprendo ora ad Android (leggete qui ), dove ha fatto già registrare numeri importanti in termini di download.

Non mancano gli interrogativi sulla privacy, per un’app che stimola lo scatto e la pubblicazione di immagini riferite ad altre persone, anche se nella cerchia di amici. Inoltre, la stessa app richiede che gli utenti concedano l’accesso alla rubrica personale.