È fatta, Amazon acquista MGM per 8,45 miliardi di dollari

ULTIMO AGGIORNAMENTO 14:28

Amazon porta a termine con successo la trattativa con MGM per accaparrarsi il suo intero catalogo di film e serie TV: Rocky e James Bond in arrivo su Prime Video. Operazione conclusa per 8,45 miliardi di dollari

mgm amazon
Amazon conclude l’acquisto di MGM per 8,45 miliardi di dollari – MeteoWeek.com

Dopo i rumors dei giorni scorsi, che vedevano Amazon impegnato in una trattativa da 9 miliardi di dollari per acquisire l’intero catalogo della storica casa cinematografica Metro Goldwyn Mayer (MGM), arriva la conferma dell’accordo tra le parti. Alla fine, la società di Jeff Bezos è riuscita a spuntarla per 8,45 miliardi, chiudendo un capitolo della storia di Hollywood e dando inizio ad una nuova era. Come avevamo anticipato, l’acquisizione di MGM permetterà ad Amazon di rafforzare ulteriormente la propria offerta su Prime Video, aggiungendo titoli e franchise storici come James Bond, Robocop, Rocky Balboa, Stargate, Terminator e altri. Che l’intero catalogo della casa cinematografica sbarchi sulla piattaforma di streaming pare più difficile, in quanto si tratterebbe di un totale di oltre 4.000 film e 17.000 ore di show e serie TV.

L’acquisizione di MGM sarà la seconda più costosa nella storia di Amazon, dopo quella della catena di supermercati Whole Foods del 2017, portata a termine per 13,4 miliardi di dollari. Come sempre, la finalizzazione dell’accordo giungerà dopo le necessarie approvazioni legislative e i dovuti passaggi burocratici, ma secondo il New York Times è ormai considerato cosa fatta.

LEGGI ANCHE: Uno dei marchi tecnologici di Amazon è stato rimosso: si sospettano false recensioni

Amazon acquista MGM, gli scenari dell’accordo

Eppure, nonostante i grandi benefici che può portare ad Amazon questa acquisizione, lo stesso quotidiano newyorkese evidenzia come il prezzo pagato dal colosso mondiale dell’e-commerce sia “un po’ salato”. Infatti, la cifra è il 40% più alta rispetto alle valutazioni effettuate da altri potenziali acquirenti come Apple e Comcast. Nonostante ciò, forte di una capitalizzazione di 1.640 miliardi e una liquidità di 71 miliardi, la società di Jeff Bezos ha ugualmente deciso di procedere.

Va inoltre evidenziato che – per quanto riguarda il franchise di James Bond – esso sarà di Amazon soltanto al 50%. L’altra metà continuerà infatti ad essere controllata da Eon Productions, ovvero la società guidata dai figli del produttore Albert R. Broccoli, i quali possiedono un “inviolabile controllo creativo” e l’ultima parola su quali e quanti film realizzare con protagonista 007.

Con l’acquisizione di MGM, Amazon si mette sempre più in condizione per competere al meglio con Netflix e Disney, nei confronti dei quali è indietro nella produzione di film e serie TV e non è riuscita a riscuotere lo stesso successo. Ma questo “shopping” ad Hollywood è soltanto l’ultimo di una serie di fusioni e acquisizioni che stanno radicalmente trasformando l’industria dell’intrattenimento, nella quale le aziende tecnologiche sono impegnate per affermarsi nell’era dello streaming. Alcuni esempi recenti sono la fusione di due colossi come WarnerMedia e Discovery, oppure l’acquisizione da parte di Disney degli asset di intrattenimento di 21st Century Fox.

LEGGI ANCHE: Amazon: contanti alla consegna? Nuove tipologie di pagamento in arrivo

Il vero valore finanziario dell’accordo è il tesoro di proprietà intellettuale che vogliamo sviluppare insieme con il team di MGM“, ha affermato Mike Hopkins, senior vice president di Prime Video e Amazon Studios. E come dargli torto: questo accordo permette all’azienda non solo di trasmettere il catalogo di contenuti di MGM, ma anche di fare affidamento alle proprietà intellettuali sui contenuti ancora controllati dalla casa cinematografica. Ciò significa che Amazon avrà la possibilità di ambientare nuove vicende in vecchi ma soprattutto noti mondi narrativi, che il pubblico già conosce e apprezza.