DVTB tutte le novità, dai canali alla riprogrammazione

ULTIMO AGGIORNAMENTO 6:42

Continuano le novità in arrivo per quello  che riguarda il Digitale Terrestre, in attesa dello switch off definitivo a DVB-T2. Eliminati diversi canali TV che non rivedremo più.

I nuovi canali sul Digitale Terrestre – MeteoWeek.com

Che il Digitale Terrestre stia per aggiornarsi con nuovi canali, non è una novità. Ma ora abbiamo una lista quasi completa di tutti quei canali a cui diremo addio definitivamente.

Avevamo già iniziato qui il discorso, rileggetelo per rinfrescarvi le idee.

Tra le tante domande che si stanno ponendo gli utenti in vista del passaggio al nuovo DVB-T2, ce n’è una che riguarda i canali che saranno interessati dello switch off, ovvero quelli che spariranno automaticamente dalla nostra lista.

Tantissime le novità in arrivo, tra canali tutti nuovi e interamente in alta definizione.

Il cambio di frequenze obbliga però ad una tecnologia aggiornata per agganciare tutte le emittenti, motivo per cui milioni di italiani saranno costretti a metter mano al portafogli e comprare un nuovo TV o decoder Tivùsat.

Se vi state chiedendo quali canali TV saranno interessati dal cambiamento, la risposta è molto semplice: tutti.

Non fatevi però prendere dal panico: le “trasformazioni” di alcuni saranno davvero minime.

Il processo di riorganizzazione e switch off al DVB-T2, infatti, riguarderà sia i network locali che nazionali.

Nella documentazione fornita dal Ministero dello Sviluppo Economico, infatti, si legge che “entro giugno 2022 tutta l’offerta televisiva della piattaforma terrestre sarà coinvolta cambi in di frequenza e i programmi dovranno evolvere verso standard trasmissivi e di codifica più efficienti“.

LEGGI ANCHE: Come vedere il digitale terrestre sul proprio PC e senza Internet

Le cancellazioni definitive

Questa volta è tutta Italia ad essere interessata, con molti canali TV eliminati in maniera definitiva.

Partiamo dal Mux Studio 1, dove il duplicato di Zeta TV è ora diventato Zeta Provvisorio. Si tratta di un cambiamento momentaneo, in quanto dal 1 giugno 2021 trasmetterà solo sull’LCN 269.

Nel Rete A Mux 2, invece, sbarca l’emittente Enerjill, che sarà disponibile al canale 237 e trasmette in MPEG-SD H-264.

Il 1 Settembre 2021 assisteremo ad una modifica dello standard di compressione e codifica e si passerà dall’attuale MPEG-2, all’MPEG-4.

In Lombardia, invece, spariscono due canali che erano presenti sul Mux Telenova: stiamo parlando di 72 Lombardia e 96 Lombardia, che ad aprile venivano trasmessi senza numerazione automatica. Modifiche anche nel Lazio, dove è stata eliminata l’emittente Maria Vision – presente all’LCN 264 – dal Mux Telepontina (A).

Infine la Campania, dove ben due Mux sono stati spenti definitivamente, e con loro i canali che erano presenti al loro interno.

Si tratta nello specifico dei Mux Julie Italia e Mux Telelibera 63. Per agganciare tutte le novità, è necessario risintonizzare la lista canali. Vi basta andare nel menù del vostro TV o decoder Tivùsat e cercare l’opzione per la nuova ricerca automatica.

Tra il 21 ed il 30 Giugno 2022, invece, si passerà formalmente dal DVB-T al DVB-T2. E’ in quest’ultima data che i televisori e decoder non compatibili non saranno più in grado di ricevere il segnale.

LEGGI ANCHE: Digitale terrestre: al via nuovi cambiamenti in 4 regioni

Switch Off regionale

Lo switch off sempre più vicino – MeteoWeek.com

Ecco quali sono, per ora, le date certe per le regioni italiane.

  • L’Area 1 e l’Area 3 che comprendo Valle D’Aosta, Veneto, Friuli Venezia Giulia, Trento e Bolzano, Emilia Romagna, Lombardia e Piemonte il 31 dicembre 2021;
  • Sardegna, Campania, Umbria, Toscana e Liguria che fanno parte dell’Area 2 il 31 marzo 2022;
  • Infine l’Area 4 con Sicilia, Calabria, Puglia, Molise, Basilicata, Marche e Abruzzo tra il 1 aprile e il 20 giugno 2022.

Ricordiamo inoltre che per le famiglie con un ISEE uguale o inferiore a 20 mila euro, è possibile accedere al bonus tv.

In pratica lo Stato mette a disposizione 50 euro destinate all’acquisto un nuovo televisore compatibile alla frequenza del digitale terrestre.