Digitale terrestre e nuovi decoder: quali sono le nuove tra cancellazioni e nuovi canali?

ULTIMO AGGIORNAMENTO 8:30

Novità per il Digitale Terrestre: l’aggiunta di due canali e come risintonizzare la lista già presente.

Digitale terrestre: novità – MeteoWeek.com

Il giorno è deciso, i telecomandi pronti a partire.

31 marzo 2022.

E’ la data limite indicata dal ministero dello sviluppo economico per il passaggio in Toscana dal vecchio al nuovo digitale terrestre.

Un’operazione che metterà i pratesi di fronte a tre possibilità: limitarsi a risintonizzare canali e antenna, comprare una nuova televisione oppure dotarsi di un decoder di ultima generazione.

Ormai quasi tutte le tv hanno bisogno di un decoder. Alcune, le più “vecchie” possono acquistarlo esterno, mentre altre più recenti hanno già tutto integrato.

Risintonizzazione dei canali

La riorganizzazione delle frequenze si è resa necessaria dopo la decisione dell’Unione Europea di cedere parte della banda di trasmissione alla telefonia mobile, dimezzando così lo spettro a disposizione delle tv.

L’aggiunta di due nuovi canali in alcune regioni italiane, i cui abitanti dovranno, tanto per cambiare, effettuare l’ennesima risintonizzazione dei decoder del digitale terrestre per poter vedere tutte le modifiche apportate.

Il tanto atteso switch off al digitale di seconda generazione, che si dice avverrà in due passaggi, uno a settembre 2021, l’altro a giugno 2022. 

Dal 31 marzo 2022, quindi, entrerà in vigore in Toscana un nuovo standard di trasmissione digitale, che renderà inutilizzabili le vecchie televisioni, in particolare quelle acquistate prima del 2017.


Leggi Anche:


La transizione al nuovo sistema partirà in tutta Italia dal prossimo settembre, e già in questo periodo le tv non a norma col nuovo digitale terrestre potrebbero avere problemi alcuni di ricezione.

Mux

Il Mux (nominativo per Multiplexer) è un selettore di linee di dato in grado di selezionare diversi segnali in ingresso sia analogici che digitali. Una volta selezionati i segnali vengono raccolti e mandati in una singola linea di uscita.

Il Mux del digitale terrestre che ha subìto cambiamenti in questo fine settimana è il Mux Studio 1.

Si tratta di modifiche che interessano le regioni Valle D’Aosta, Piemonte, Lombardia, Veneto ed Emilia Romagna.

Nel pacchetto di canali Mux Studio 1, ora troviamo anche un duplicato di Galaxy Tv. Il canale originale si trova all’LCN 183, mentre il suo doppio, Galaxy Tv 2, è posizionato all’LCN 170.

Stessa sorte per il canale Studio Live, presente con il suo nome originale all’LCN 178 e che troviamo anche al 179, ma con il nome Italia Tv. In tutti i casi la trasmissione avviene in H264.

Come sempre, gli utenti delle cinque regioni interessate dall’ennesimo cambio nei canali e nei mux del digitale terrestre dovranno effettuare una risintonizzazione completa dei dispositivi, o non potranno beneficiare delle modifiche.

Come risintonizzare e quando

Risintonizzazione canali – MeteoWeek.com

Inoltre, in attesa del passaggio al DVB-T2 (digitale terrestre di 2ª generazione), tutti coloro che hanno acquistato dispositivi dal 2017 in poi possono star tranquilli perché questi sono compatibili con il nuovi standard di trasmissione.

In alternativa, chi ha dispositivi precedenti al 2017, può usufruire del bonus Tv per l’acquisto di un nuovo dispositivo e del servizio “uno contro uno” che consente di acquistare il nuovo Tv e smaltire il vecchio gratuitamente presso gli esercenti.

Se sintonizzandosi sui canali hd e su quelli test 100 e 200 riuscite a vedere le trasmissioni, allora, a parte poche eccezioni, non ci sarà bisogno di intervenire” spiegano Romano Mati, presidente degli installatori di Confartigianato e Giovanni Corradi, funzionario dell’associazione di categoria, nonché responsabile del settore. “In caso contrario è bene farsi trovare pronti e avere un’idea chiara di quello di cui c’è bisogno, per non ritrovarsi all’ultimo minuto e non vedere più la tv”.