Digitale terrestre: al via nuovi cambiamenti in 4 regioni

ULTIMO AGGIORNAMENTO 12:15

Altre quattro Regioni hanno ricevuto novità e cambiamenti in materia di digitale terrestre. E’ il turno in particolare di Lombardia, Emilia Romagna, Umbria e Abruzzo, che hanno ricevuto alcuni aggiornamenti su determinate frequenze

digitale terrestre
I nuovi cambiamenti interessano Lombardia, Emilia Romagna, Abruzzo e Umbria. – MeteoWeek.com

Da qualche tempo stiamo assistendo al progressivo passaggio al nuovo digitale terrestre, che promette di portare i canali esclusivamente in HD su tutte le televisioni nazionali e in tutte le Regioni. Si tratta di uno step in avanti molto importante, già visto in passato con il passaggio al DVB-T. Già un paio di settimane fa vi avevamo annunciato alcuni cambiamenti per determinati canali e Regioni

Il DVB-T2 è dunque il prossimo grande step da compiere per tutti, e in merito è necessario attrezzarsi a dovere. Bisogna, infatti, possedere una TV in grado di supportare il DVB-T2, o in caso contrario si può sempre acquistare un digitale terrestre in grado di ricevere il nuovo segnale: una soluzione meno dispendiosa e alla portata di chiunque.

Tra ieri e oggi sono quattro le Regioni che hanno ricevuto alcune novità e cambiamenti in materia di digitale terrestre DVB-T2: vediamo quali sono.

Digitale terrestre: novità per quattro Regioni

Gli step in avanti per il passaggio al DVB-T2 si fanno sempre più veloci, e stavolta è il turno di Lombardia, Emilia Romagna, Umbria e Abruzzo.

Leggi anche: Switch off al digitale terrestre DVB-T2: decine di milioni di TV da sostituire

Per quanto riguarda la Lombardia, i cambiamenti riguardano i canali La9 e La8, che di recente sono passati dal MUX Telestar al MUX Studio 1. La stessa sorte spetterà a Telecampione e di conseguenza saranno visibili soltanto con il nuovo standard di visione del digitale terrestre. Passando all’Emilia Romagna, il cambiamento interessa il MUX E’TV: il canale Italia 8 Prestige, denominato E’TV 119, ora è disponibile su tre LCN ed è stata resa disponibile anche l’emittente Azzurra TV Italia sull’LCN 644. Le novità, dunque, per queste due regioni sono state l’arrivo di nuove emittenti.

La stessa sorte non è toccata invece ad Abruzzo e Umbria, che al contrario hanno ricevuto un taglio di frequenze. In Abruzzo in particolare è stato rimosso definitivamente il MUX TVQ, mentre in Umbria è stato rimosso definitivamente il canale Tele Galileo.

digitale terrestre
Sono state aggiunte e rimosse emittenti. – MeteoWeek.com

La roadmap nazionale

Vi ricordiamo quella che è la roadmap nazionale dei cambiamenti previsti per l’arrivo del digitale terrestre in tutta Italia. Il termine ultimo per il passaggio di tutta l’Italia al nuovo DVB-T2 è il mese di giugno 2022. Il primo settembre di quest’anno invece avverrà il definitivo passagggio alla compressione audio-video MPEG4: questo passaggio permetterà alle emittenti di rimuovere molte frequenze e di fatto di “liberare spazio” per il futuro passaggio al nuovo standard.

Leggi anche: DVB T-2 e tutto quello che bisogna sapere sullo switch off: info e data di passaggio al nuovo digitale terrestre

Dal primo settembre 2021 avverranno dunque le risintonizzazioni, che verranno proposte per aree: si partirà dall’area 2 e area 3 (Valle d’Aosta, Piemonte, Lombardia tranne provincia di Mantova, provincia di Piacenza, provincia di Trento, provincia di Bolzano; Veneto, provincia di Mantova, Friuli Venezia Giulia, Emilia Romagna tranne la provincia di Piacenza). Dal primo gennaio 2022 al 31 marzo 2022 l’area 1 (Liguria, Toscana, Umbria, Lazio, Campania, Sardegna) e dal primo aprile 2022 al 20 giugno 2022 l’area 4 (Sicilia, Calabria, Puglia, Basilicata, Abruzzo, Molise, Marche).