WhatsApp Pay, la novità per ricevere ed effettuare pagamenti via chat

ULTIMO AGGIORNAMENTO 12:00

WhatsApp Pay è in fase di test in alcuni paesi: nel breve futuro sarà finalmente possibile ricevere ed effettuare pagamenti online, direttamente in-app via chat. Ecco come funzionerà

whatsapp pay
Nel breve futuro sarà possibile effettuare transazioni monetarie con WhatsApp – MeteoWeek.con | fonte: Wired

Di WhatsApp Pay si parla ormai da tempo: già nel 2018 è stato testato – in versione beta – in India, e nel corso del 2020 in Brasile. Tuttavia, soltanto otto giorni dopo il suo lancio definitivo nel paese sudamericano, la Banca Centrale brasiliana aveva deciso di bloccare i pagamenti effettuati tramite WhatsApp, al fine di “preservare un ambiente competitivo adeguato dei sistemi di pagamento”. Ciò ha causato una netta battuta di arresto, ma nelle ultime settimane si è finalmente tornato a parlare del rilascio graduale di WhatsApp Pay.

La possibilità di ricevere ed effettuare pagamenti direttamente in-app via chat è infatti tornata ad essere realtà, grazie ad una nuova sperimentazione del servizio ancora in Brasile e in altre aree del Sud America. Vediamo quindi come funziona questo tool, basandoci sulle testimonianze che ci giungono oltreoceano.

LEGGI ANCHE: WhatsApp e la migrazione dei dati senza perdere nulla tra iOS e Android

WhatsApp Pay, in cosa consiste?

whatsapp pay
Il funzionamento di WhatsApp Pay durante la fase di test, svoltasi in Brasile lo scorso anno – MeteoWeek.com

Con questa implementazione, è ormai chiaro che l’idea di WhatsApp sia quella di seguire le orme di WeChat, ovvero l’app di messaggistica più utilizzata in Cina. In realtà, definire quest’ultima soltanto un’app di messaggistica è chiaramente riduttivo, in quanto consiste in un vero e proprio insieme di servizi. Infatti, riguardo i pagamenti, su WeChat è possibile già da tempo effettuare diverse operazioni, come comprare i biglietti per i trasporti, pagare le bollette o il conto al ristorante, il tutto direttamente in-app. Non stupirebbe se in futuro WhatsApp cercasse di allargare i propri orizzonti in questa direzione.

Al momento, pare che l’obiettivo degli sviluppatori di WhatsApp sia quello di emulare il modello vincente di PayPal. Infatti, gli utenti avranno la possibilità di associare al proprio account WhatsApp alcuni strumenti di pagamento, come la carta di credito o di debito. Una volta associati, sarà quindi possibile inviare o ricevere denaro in pochi clic. L’estensione WhatsApp Pay sarà disponibile sia per le transazioni monetarie che avvengono tra singoli utenti, sia per quelle tra singoli utenti e gli account Business.

Una novità molto attesa, che si integrerebbe perfettamente con la funzione Shopping e quella che permette la creazione di un “carrello” degli acquisti, lanciate lo scorso anno. Naturalmente è ancora presto per capire quali carte di credito e metodi di pagamento verranno supportati da WhatsApp Pay. Tuttavia è possibile fare alcune previsioni: per le carte ci aspettiamo almeno VISA e Mastercard, nonché il supporto per sistemi di pagamento come Hype e PayPal.

LEGGI ANCHE: Regole e privacy di WhatsApp: dal 15 maggio alcuni utenti verranno esclusi a causa del nuovo regolamento

Per quanto riguarda la sicurezza, il team di WhatsApp ha già deciso di promuovere la crittografia end-to-end anche a difesa delle transazioni monetarie. WhatsApp Pay sarà disponibile in Italia probabilmente nei prossimi mesi soltanto per i tester, mentre per un suo lancio definitivo è necessario ancora attendere.