Digitale Terrestre: col nuovo mese al via le molte novità per le Tv e utenti

ULTIMO AGGIORNAMENTO 6:30

Nuovo digitale terreste : chi deve sostituire TV o decoder e le novità in arrivo.

Digitale terrestre: tutte le novità. – MeteoWeek.com

Il nuovo digitale terrestre del 2021 manderà in pensione anticipata milioni di vecchie TV non compatibili con il nuovo standard.

Questo vuol dire che per ricevere i canali bisognerà o sostituire il televisore con uno nuovo oppure munirsi di decoder ad hoc per l’occasione.

Molte persone sono già corse ai ripari e hanno acquistato un nuovo apparecchio approfittando del bonus TV di 50 euro richiedibile fino al 31 dicembre 2022, basta presentare dichiarazione sostitutiva contenente: nucleo familiare, reddito ISEE fino a 20.000 euro e attestazione che i componenti dello stesso nucleo non hanno già usufruito del bonus.

Il passaggio dal Dvb-T di prima generazione al Dvb-T2 è già avvenuto a partire da gennaio 2020, con la risintonizzazione richiesta da molti canali.

Il prossimo step cruciale avverrà il 1° settembre 2021, quando verrà abbandonata la codifica mpeg-2 a favore di mpeg-4/h.264. Nei fatti tutti i televisori senza HD integrato o esterno non riusciranno a prendere i canali.

Ma quali sono le novità che ci aspettano?

LEGGI ANCHE: Digitale terrestre: al via nuovi cambiamenti in 4 regioni

Addio amici canali…

Addio ad alcuni canali – MeteoWeek.com

Salutiamo con un fazzoletto bianco MUX La 9.

Il multiplex in questione è del tutto sparito in 4 regioni, Trentino-Alto Adige, Veneto, Emilia-Romagna e Piemonte.

Nel nord Italia però non è questa l’unica novità. Di recente è tornato a trasmettere Canale 61, e lo fa sempre all’interno del multiplex MUX RETE A 2.

La rete ha effettuato un aggiornamento tecnico e ora trasmette in H.264. Per vederla quindi sarò necessaria una tv più recente (ve lo consigliamo: se ne avete l’opportunità, munitevi di una tv recente, perchè queste novità non si fermeranno qui).

Da poco ha anche debuttato Fascino TV, visibile in Valle d’Aosta, Piemonte, Lombardia, Veneto ed Emilia-Romagna, mentre per quanto riguarda la Sicilia, la novità principale è quella del MUX 7Gold Sicilia 88 e 7Gold Sicilia 99, con la conclusione della sperimentazione del nuovo codec H.265 Main 10.

Digitale terrestre su PC?

Per i più giovani o per coloro che non vogliono spendere cifre troppo esose per acquistare una nuova televisione di ultima generazione, c’è anche una terza soluzione che potrebbe fare molto comodo: un decoder che trasmette direttamente su PC.

No, non si tratta di fantascienza, ma di una terza via che, tramite una pennetta USB, offre tutti i servizi direttamente da desktop.

Sul mercato ce ne sono già diversi, e vanno a costare dai 20 ai 100 euro.

Il suo funzionamento è in realtà molto semplice: dopo aver collegato la periferica alla porta adibita del proprio computer, non bisognerà far altro che inserire lo spinotto dell’antenna nell’altra estremità.

Un software incluso nel decoder farà tutto il resto, offrendo agli utenti tutti i canali possibili,  il tutto dopo la tradizionale ricerca della lista a cui siamo abituati tramite TV.

Si tratta di una soluzione alternativa, ma che dispone di tutte le funzionalità di un normale TV di ultima generazione. Non servirà necessariamente la connessione ad internet, in quanto il segnale viene trasmesso direttamente dall’antenna.

Il 5G? Una possibilità.

Immagini di alta qualità.

Ecco quello che promette il passaggio al 5G sulle nostre televisioni. Perché ciò accada però è necessario liberare spazio per ospitare il nuovo segnale che viaggia alle stesse frequenze dell’attuale segnale televisivo, si parte così con lo switch off. Ecco le date della più grande novità che interessa il mondo della tv a livello nazionale.

1 settembre-31 dicembre 2021 (Area 2 e 3)
Valle d’Aosta
Piemonte
Lombardia
Emilia Romagna
provincia di Trento
provincia di Bolzano.
1 gennaio 2022-31 marzo 2022 (Area 1)
Liguria
Toscana
Umbria
Lazio
Campania
Sardegna.
1 aprile 2022-20 giugno 2022
Sicilia
Calabria
Puglia
Basilicata
Abruzzo
Molise
Marche

LEGGI ANCHE: Digitale terrestre e nuovi decoder: quali sono le nuove tra cancellazioni e nuovi canali?

DAZN si sposta sul digitale terrestre

DAZN si sposta sul digitale? – MeteoWeek.com

Veronica Diquattro, vice presidente esecutivo per il Sud Europa a DAZN, ha annunciato un paio di notizie importanti per tutti gli appassionati di calcio in Italia. Prima di tutto che, nelle aree più problematiche dal punto di vista della rete, DAZN sarà anche sul digitale terrestre.

Nelle aree che vantano più problemi di rete in Italia ci saremo anche sul digitale terrestre. Ma tutti ora avranno un motivo in più per dotarsi di una connessione più veloce e di device adeguati. Poi abbiamo fatto tantissimi passi avanti e da qui a settembre lavoreremo ancora per migliorare a gestire i picchi di traffico. Ma ci sentiamo molto solidi. Certo l’alleanza con Tim sarà molto importante per il loro know how”.

Anche se ancora ovviamente non ci sono le cifre ufficiali, la Diquattro ha confermato che DAZN adeguerà il prezzo dell’abbonamento in relazione all’offerta.