YouTube introduce una novità per Android

ULTIMO AGGIORNAMENTO 19:30

La possibilità di utilizzare questa nuova funzionalità renderà l’uso del nostro dispositivo Android ancora più smart

yout1 transc1 14032022 - MeteoWeek.com
Un nuovo passo in avanti da parte degli sviluppatori di Youtube è il tentativo di colmare il divario tra le funzionalità messe a disposizione dalla versione desktop dell’app e quelle molto limitate messe a disposizione dei dispositivi mobili – MeteoWeek.com

Questa volta Youtube fa le cose letteralmente in grande. Sbarcherà infatti a breve anche sui piccoli device un’utilissima funzione, la mostra trascrizione. Questa non è un’assoluta novità nel panorama della piattaforma.

Agli utenti abituati ad utilizzarla in versione desktop infatti era già da tempo abituale. E aveva cambiato di molto la user experience. Per comprenderne la portata basti pensare a tutte quelle volte in cui abbiamo visionato un video molto lungo e complesso. Dove l’unica soluzione per cercare un contenuto specifico è stata quella di scrollare manualmente la barra temporale.

Una modalità consolidata certo. Ma spesso imprecisa, rigidamente meccanizzata, e tutto sommato davvero poco smart. Ecco quindi come il mostra trascrizione supera a piè pari questo tecnicismo, e ci consente di effettuare una ricerca rapida e chirurgica di una parte specifica sul totale del contenuto.

Come accedere alla funzione mostra trascrizione e perché una dopo averla sperimentata non ne potremo più fare a meno

transc1 14032022 - MeteoWeek.com
L’abbiamo conosciuta e sperimentata sui nostri PC. Ora la funzione che mostra le trascrizioni, e alleggerisce le ricerche, specie in caso di video molto lunghi, sbarca anche per mobile, ma rimane appannaggio di tutti quei prodotti mobili con sistema operativo Android – MeteoWeek.com

Va detto in primissima battuta che il roll-out della funzione mostra trascrizione, previsto in tempi brevissimi e legato più all’aggiornamento del server che ad altre variabili, è una componente che raggiungerà i devices a macchia di leopardo. Solo gli apparecchi che dispongono di un sistema operativo di tipo Android riceveranno l’aggiornamento. Il colosso iOS e i sistemi minori invece sono al momento estromessi da questo passaggio. Dunque ridono i possessori di prodotti Google, mentre gli altri restano a bocca asciutta.

Al netto di questo incredibile vantaggio, appannaggio esclusivo del prodotto di Mountain View, non ci resta che comprendere meglio come sfruttare la potenza di questa eccezionale feauture. Una volta individuato il video, sarà semplicemente necessario aprire il menù a tendina posizionato subito in basso alla schermata. Dove normalmente troviamo la descrizione di ciò che stiamo guardando. Da qui vi verrà mostrata una opzione sulla quale porter cliccare, ovvero la mostra trascrizione. Una volta effettuato questo passaggio vi si aprirà una carrellata di minutaggio con annessa descrizione in forma scritta.

Tra le osservazioni che colpiscono in maniera immediata e lampante l’utente, la più evidente, è legata alla visualizzazione dell’interfaccia. Certo, le piccole diagonali hanno delle limitazioni fisiologiche che vanno tenute in considerazione e non possono assolutamente essere aggirate. E’ corretto tuttavia affermare che la componente allinea la qualità dell’app, portandola ad un livello più che superiore, e fornisce una carta in più qualora, non avendo accesso ad un supporto desktop adeguato, avessimo bisogno comunque di scandagliare contenuti particolarmente lunghi ed impegnativi.