Nuovo telescopio spaziale James Webb, ancora un ritardo sul lancio. Ecco cos’è successo

ULTIMO AGGIORNAMENTO 7:30

A causa di un problema spiegato dalla NASA, il telescopio spaziale – che ricordiamo abbia fatto un lungo viaggio per arrivare nell’attuale posto in cui è custodito – non è ancora pronto per poter essere messo all’opera. Ma per quale ragione?

Nuovo telescopio spaziale James Webb, ancora un ritardo sul lancio. Ecco cos'è successo
Il piano della NASA è quello di lanciare, il prima possibile, James Webb sullo spazio. Tuttavia, alcune problematiche al riguardo stanno ritardando la sua spedizione in orbita – MeteoWeek.com

Avevamo già raccontato dell’esistenza di James Webb, il telescopio spaziale che ha dovuto affrontare un tragitto come pochi per arrivare fino alla Guyana francese. La sua storia non è passata inosservata, tant’è che i giornali di tutto il mondo ne hanno parlato.

la NASA aveva già annunciato che, a seguito di diversi preparativi, successivamente sarebbe avvenuto il lancio effettivo del dispositivo. Tuttavia, un problema pare che abbiano rimandato, per il momento, il suo debutto ufficiale. Però, è necessario capire di che cosa si tratta e anche quanto tempo dovrà passare prima che venga risolto.

LEGGI ANCHE: Gmail su Android ha un nuovo widget, ecco come collegarlo a Material You

Comunque sia manca veramente poco al lancio di James Webb, difatti ci sono pochi giorni che ancora ci separano da quello decisivo, e questo non è altro che l’ennesimo ritardo che l’agenzia spaziale sta riportando per coloro che stanno seguendo la vicenda. Da un punto di vista oggettivo, però, forse è una buona notizia che ce ne siano. Si stanno assicurando che il telescopio non presenti delle anomalie che potrebbero, magari, compromettere le sue funzioni, dunque possiamo anche comprendere le loro motivazioni.

Le ragioni del ritardo

Nuovo telescopio spaziale James Webb, ancora un ritardo sul lancio. Ecco cos'è successo
Immagine ipotetica di come, James Webb, dovrebbe apparire nello spazio aperto – MeteoWeek.com

La NASA ha dichiarato, direttamente sul sito ufficiale, che nel frattempo che i tecnici si preparavano ad attaccare il telescopio all’adattatore del mezzo di lancio, un componente essenziale per integrare il carico con lo stadio superiore si è staccato all’improvviso, provocando una vibrazione percepita da tutti gli addetti ai lavori.

Questa situazione, quindi, ha preoccupato la NASA a tal punto da prolungare i tempi di manutenzione per assicurarsi che non ci siano ulteriori problemi da scoprire. L’indagine è stata già avviata, e presto saranno al corrente dell’errore che ha causato il distacco del pezzo durante la revisione.

E se tutto andrà come previsto, probabilmente il lancio avverrà con successo il 22 dicembre. Ma se dovessero esserci altri malfunzionamenti, rilevati durante il corso delle analisi, è abbastanza chiaro il fatto che dovranno rimandare il lancio nuovamente. Tuttavia, per un progetto dal costo di 9,7 miliardi di dollari, e prodotto nel corso di diversi anni, non possiamo che essere felici che, sicuramente, James Webb riuscirà ad essere inviato in orbita come previsto dalla NASA.

LEGGI ANCHE: Amante Apple? approfitta del Black Friday c’è quasi tutta la gamma in sconto

Nutrire dubbi sul possibile lancio del dispositivo è lecito dopotutto. Però, ricollegandoci a quanto detto in precedenza, questi studi serviranno ad evitare la nascita di altri problemi che potrebbero, in seguito, provocare un disastro vero e proprio. Dunque, attendiamo delle notizie in merito.