Xiaomi novità, ora ha inventato un modo tutto suo per raffreddare gli smartphone

ULTIMO AGGIORNAMENTO 12:30

Xiaomi è pronta a rivoluzionare il sistema di raffreddamento sui dispositivi mobile. Ecco l’idea del futuro. 

Xiaomi ha trovato il modo di raffreddare i componenti sui nostri dispositivi – MeteoWeek.com

L’idea rivoluzionaria di Xiaomi

Xiaomi ci presenta il Loop Liquidcool Technology, il nuovo sistema di raffreddamento per smartphone pensato per rivoluzionare per sempre la gestione del calore sui dispositivi mobile. Un’idea che apre già nuovi scenari futuri.

Cosa sappiamo su Xiaomi Loop Liquidcool Technology?

L’idea sarà presentata ufficialmente verso la metà del 2022. Di per sé si tratta di una soluzione che prende spunto dalle tecnologie di raffreddamento utilizzate nell’industria aerospaziale.

La tecnologia in questione utilizza un effetto capillare che attira l’agente di raffreddamento liquido verso la fonte di calore, lo vaporizza e quindi disperde il calore in modo efficiente verso un’area più fredda, finché l’agente non si condensa e viene catturato tramite un canale a circuito chiuso unidirezionale.

In cosa si differenzia dagli standard?

Rispetto ai sistemi di raffreddamento standard che non separano i gas caldi dai liquidi freddi che arrivano a mescolarsi e a ostruirsi a vicenda, il particolare anello di raffreddamento riduce la resistenza al passaggio dell’aria del 30%, garantendo così un flusso di vapore maggiore con un incremento del 100% della capacità massima di trasferimento del calore.

Come fa a Xiaomi a raffreddare uno smartphone?

Ecco un semplice schema che ci spiega il processo di raffreddamento – MeteoWeek.com

All’interno dello smartphone è presente un sistema composto da un evaporatore, un condensatore, una camera di ricarica e piccoli tubi per gas e liquido. Quando posizionato vicino alla fonte di calore, il refrigerante nell’evaporatore si trasforma in gas. Quest’ultimo e il flusso d’aria calda vengono spinti verso il condensatore, dove il gas diventa nuovamente un liquido. Il liquido viene quindi raccolto attraverso minuscole fibre nella camera di ricarica, che riempie l’evaporatore. Si ottiene così un sistema chiuso autosufficiente.

LEGGI ANCHE: Quando esce lo Xiaomi Redmi Note 11? Ora lo sappiamo, e c’è una novità…anzi tre

Una garanzia per tutti i clienti

Xiaomi punta ad un’alta efficienza del sistema. Infatti gli ingeneri Xiaomi hanno fatto affidamento a una struttura con valvole Tesla: essa consente il passaggio unidirezionale del liquido, impedendo così al gas di muoversi nella direzione errata; ciò garantisce una maggiore efficienza della circolazione del gas e del liquido in tutto il sistema di raffreddamento.

Ecco un test del nuovo sistema di raffreddamento Loop Liquidcool Technology

L’azienda ha modificato uno Xiaomi MIX 4 introducendo il nuovo sistema di raffreddamento: una volta rimosso il vecchio sistema, dopo 30 minuti di gioco su Genshin Impact con la massima qualità grafica possibile e a 60 FPS, la temperatura generale è arrivata a 47.7 °C e la temperatura del processore era di 8.6 °C inferiore a quella standard.

Xiaomi ha pensato inoltre al sistema come auto-sostentabile che quindi non ha bisogno di interventi esterni per funzionare. Inoltre, il funzionamento è completamente automatico e legato alle temperature di esercizio degli smartphone su cui è installato.

LEGGI ANCHE: La nuova lampada smart di Xiaomi, per un regalo tech molto apprezzato!

Ecco un video che ci mostra il Loop LiquidLoop Technology.