Crew Dragon 2, ancora rinvio del decollo: la situazione comincia ad essere imbarazzante

ULTIMO AGGIORNAMENTO 9:30

Crew Dragon 2 ha dovuto effettuare il viaggio di ritorno sulla Terra senza offrire l’utilizzo delle toilette al suo equipaggio. Un guasto infatti ha impedito agli astronauti di utilizzare il bagno e, nelle circa 20 ore di percorrenza dalla Stazione Spaziale Internazionale (ISS) alla Terra, i nostri “eroi” hanno dovuto utilizzare dei comuni pannoloni.

Crew Dragon 2 torna sulla Terra col bagno rotto - MeteoWeek.com
Crew Dragon 2 torna sulla Terra col bagno rotto – MeteoWeek.com

Tra i quattro astronauti a bordo non è mancata l’ironia sulla situazione. Meghan McArthur, della Nasa, ha infatti definito la situazione “non ottimale, ma gestibile”. Insomma, una delle “piccole sfide che il volo spaziale mette sulla nostra strada. Questa è solo un’altra di quelle che incontreremo – ha aggiunto – e di cui ci occuperemo nella nostra missione. Quindi non siamo troppo preoccupati per questo”.

La missione di rientro di Crew Dragon 2 è avvenuta sulla navicella Endeavour, costruita da Space X, che è atterrata (o meglio ammarata) al largo delle coste della Florida, nel bel mezzo dell’Oceano Atlantico.

Crew Dragon 2 torna sulla Terra prima che parta Crew Dragon 3

ISS (Adobe Stock)
ISS (Adobe Stock)

Nel frattempo ci sono ancora dei ritardi nel lancio di Crew Dragon 3, la missione “successiva” a quella appena tornata sulla Terra, che ancora non è stata inviata sulla Stazione Spaziale Internazionale (ISS) a causa del maltempo.

SpaceX ha dovuto dunque mettere un freno temporaneo alla sua nuova missione, che è in attesa di prendere il volo verso la Stazione Spaziale Internazionale dove resterà per 6 mesi a partire dal suo atterraggio sulla struttura.

Intanto gli astronauti di Crew Dragon 2 hanno dovuto affrontare un viaggio di ritorno verso la Terra un tantino “umidiccio”, dal momento che non funzionando il bagno hanno dovuto ripiegare su degli strategici, ma probabilmente non granché comodi, pannoloni. Ma in nome della scienza, questo ed altro.

Crew Dragon Endeavour (Dragon C206), la navicella utilizzata per la missione Crew Dragon, è una navetta spaziale per il trasporto dell’equipaggio prodotto da SpaceX e costruito nell’ambito del Commercial Crew Program (CCP) della NASA.

E’ stata battezzata “Endeavour” da Robert Behnken e Douglas Hurley in onore dello Space Shuttle Endeavour, il veicolo spaziale sul quale entrambi volarono per primi, rispettivamente nelle missioni STS-127 e STS-123.

LEGGI ANCHE >>> WhatsApp ora richiede un documento di riconoscimento per funzionare

La navetta Crew Dragon Endeavour sarà utilizzata principalmente per la rotazione dell’equipaggio della Stazione Spaziale Internazionale (ISS) insieme alla gemella Crew Dragon Resilience, per tale motivo al rientro di ogni missione la navetta sarà sottoposta a revisione completa prima di tornare a volare con l’equipaggio in una missione futura, per tale motivo non può effettuare due voli consecutivi almeno fin quando non entrerà in servizio la CTS-100 Starliner della Boeing.

LEGGI ANCHE >>> Telegram lancia un aggiornamento bomba!

Meno di una settimana dopo il volo inaugurale dell’Endeavour, la NASA ha dato l’approvazione a SpaceX per lancio di navette Dragon con equipaggio riutilizzate, tramite vettori Falcon 9 riutilizzati, a partire da questa missione2. Il lancio della seconda missione operativa SpaceX nel Commercial Crew Program è avvenuto il 23 aprile 2021. I quattro astronauti presenti sulla navetta sono Robert Kimbrough e Megan McArthur, statunitensi, Akihiko Hoshide, giapponese, e Thomas Pesquet, francese. Il simbolo della missione è un dragone rosso.