T03 l’auto elettrica realmente per tutti, dai costi all’autonomia

ULTIMO AGGIORNAMENTO 12:30

Il prodotto dell’azienda cinese convince i consumatori, complice il prezzo accessibile ed una durata della batteria eccezionale 

La nuova T03 è già un oggetto del desiderio, che sta andando a ruba – Meteoweek.com

Per comprendere l’accoglienza riservata a questa city car bisogna fare un passo indietro. E dare un occhiata approfondita a quello che è attualmente il panorama globale delle vendite e la situazione del settore nel marcato italiano.

In generale le aziende automobilistiche stanno adottando politiche aziendali che spingono la produzione a pieno regime specializzando il comparto delle ibride e delle elettriche, con soluzioni sempre più performanti e tecnologiche. Mentre nel nostro paese la scelta di un veicolo di questo tipo non è ancora molto diffusa la realtà cinese è di gran lunga all’avanguardia.

LEGGI ANCHE: Xiaomi si prepara al mondo delle auto elettriche dopo smartphone e dominio sul mondo elettronico

Una diffusione capillare in Cina ha portato ad una vasta gamma di soluzioni. Ma sopratutto ad una diversificazione e competizione per quanto riguarda i prezzi. Il risultato si concretizza in modelli come la Leapmotor T03 in grado di piazzarsi sul mercato in maniera decisamente accessibile ad un vasto potenziale bacino di utenti.

A decretare il successo di questa city car elettrica sono la congiunzione di due fattori significativi. Da un lato le caratteristiche meccaniche e elettroniche di un mezzo a quattro ruote che non ha nulla da invidiare ai più blasonati brand automobilistici europei. Dall’altro invece i prezzi di listino. Questi hanno come base di partenza un cartellino di 8000€ per le vetture meno accessoriate, fino ad superare di poco i 10 mila euro per i modelli più completi.

Come la Leapmotor T03 ha conquistato il salone dell’automobile e perché questo non è un mezzo da sottovalutare

LE forme morbide della Leapmotor T03 ci ricordano qualcosa di molto simile alla 500 XL – Meteoweek.com

Con un piccolo budget si permette al cliente di entrare in possesso di una vettura piccola ma potente, caratterizzata da una importante autonomia di 400 km secondo il ciclo New European Driving Cycle New European Driving Cycle) quantificato in circa 300 km in Worldwide harmonized Light-Duty vehicles Test Procedure (WLTP), ricarica fast CCS e aggiornamenti OTA.

Come molte auto di questa categoria la T03 monta diversi sistemi avanzati di assistenza alla guida (Advanced Driver Assistance Systems), gestiti centralmente dal software sviluppato dall’azienda. Tra questi ritroviamo:

  • Automatic Braking System,
  • Lane Keeping Assist,
  • Adaptive Cruise Control
  • Automated Driving System

Ad alimentare questo mezzo dalle interessanti prestazioni troviamo un battery pack migliorato. Archiviata la vecchia batteria NCM da 38 kWh, si è provveduto all’installazione di una più potente da 41 kWh, con celle LFP senza cobalto. Il miglioramento di questo aspetto tecnico fa gioco forza alla Leapmotor che potrà procacciare le sue componenti in maniera più autonoma attingendo ad una rosa di fornitori allargata, potendo contare su aziende come CATL, SVOLT e Guoxuan.

LEGGI ANCHE: Lightyear ha raccolto 110milioni per produrre l’auto elettrica fotovoltaica

Questa maggiore offerta potrebbe permettere al brand di superare con successo la crisi mondiale di componenti che ha disseminato il panico nel settore con fenomeni di accaparramento su scala globale..