Battlefield 2042 è troppo difficile a causa dei bot: scontento dei fans

ULTIMO AGGIORNAMENTO 14:48

Le versioni beta non sempre fanno felici i loro utenti. E’ il caso purtroppo di Battlefield 2042, il nuovo gioco sparatutto della DICE, che a quanto pare non sta facendo contenti i suoi giocatori.

Battlefield 2042
Battlefield 2042

Sembra infatti che i bot della nuova beta, siano poco bilanciati e, soprattutto, sono così forti da essere praticamente invincibili. Ma si sa, non si possono lasciare troppo a bocca asciutta i giocatori, che in mancanza di qualche vittoria, poi si stufano.

Battlefield 2042 è un videogioco sparatutto in prima persona, sviluppato da DICE. Il videogioco è stato annunciato dalla DICE il 9 giugno 2021 tramite un trailer sul proprio canale YouTube. Ma finora, è già stato rimandato una volta, per l’uscita sul mercato, e sicuramente la DICE non vorrà rimandarlo ancora.

Battlefield 2042, DICE deve correre ai ripari… e subito!

Un Tweet di Battlefield 2042
Un Tweet di Battlefield 2042

Ma andiamo con ordine. La nuova Open Beta di Battlefield 2042 ha iniziato a dare problemi praticamente dalla sua uscita, a causa di una serie di questioni legate sì a un vecchio codice, ma che hanno causato non poche lamentele per la presente versione beta del gioco.

Che era stato dapprima annunciato a giugno 2021, per una non meglio precisata data di uscita, che poi è stata rimandata, ed ora è prevista per il 19 novembre 2021, e che DICE non ha nessuna intenzione di rimandare ancora.

Ma insomma cosa è mai successo? Pare che i problemi siano sorti nel momento in cui sono stati inseriti nel gioco dei soldati governati dall’Intelligenza Artificiale. Questa decisione è figlia dell’allargamento dei partecipanti fino a 128, e quindi della difficoltà a riempire ogni singola lobby.

Insomma questi bot non funzionano, a partire dal fatto che secondo le prime testimonianze sono troppo numerosi. Eppure l’intento era quello di non lasciare nessun vuoto e di dare ai giocatori l’impressione, in ogni momento, di trovarsi in una battaglia su larga scala.

Niente da fare, ci sono state partite in cui hanno trovato posto a malapena 8 giocatori, il che potrebbe non essere propriamente l’intento e la finalità principale del gioco. Inoltre, come anticipato, i bot spesso e volentieri risultano troppo forti, e quindi essendo difficili da battere (diciamo pure invincibili), creano malcontento tra i giocatori di Battlefield 2042.

Digital Illusions Creative Entertainment (acronimo DICE) è una società svedese attiva nella produzione e nello sviluppo di videogiochi e motori grafici. Nel 2006 è stata acquistata da Electronic Arts, che già deteneva il 18% delle azioni.

Agli inizi la DICE era composta da un gruppo di programmatori appartenenti alla demoscene chiamati TSL (acronimo di The Silents); un loro chiaro riferimento è visibile in Motorhead , dove ci sono banner e simboli con la scritta TSL, acronimo che nel manuale del gioco è spiegato con la locuzione “Trans-atlantic Speed League“. Tutti i membri vengono dalla città di Alvesta e di Växjö.

LEGGI ANCHE >>> Eccola la lista dei giochi gratuiti annunciati per PlayStation 5

Nel 1998 la società fu registrata alla borsa svedese e da allora ebbe una grande espansione. Il videogioco Codename Eagle divenne un cult, e vennero sviluppati numerosi giochi racing, ma il grande passo la DICE lo fece allo sviluppo della serie di sparatutto in prima persona titolata Battlefield prodotta da EA. A seguito di ciò, nel 2004 il valore totale della compagnia fu stimato in $55 milioni di dollari statunitensi (USD).

LEGGI ANCHE >>> Ottobre mese di sconti clamorosi: MediaWorld all’attacco

Battlefield 2042 sarà disponibile, al momento della sua uscita, per le seguenti piattaforme e console: PS4, PlayStation 5, Xbox One, Xbox Series X e PC.