Come fare la portabilità del proprio numero salvando tutti i dati?

ULTIMO AGGIORNAMENTO 10:33

Portabilità del numero: tutto su costi, tempistiche e procedura per cambiare operatore mantenendo il proprio numero.

Come effettuare la portabilità del telefono – MeteoWeek.com

La portabilità del numero di telefono è una delle operazioni più comuni e richieste dai clienti nel campo della telefonia mobile, favorita anche dalle offerte sempre più allettanti messe in campo dagli operatori per tutti gli utenti che spostano il proprio numero da una compagnia all’altra.

La portabilità del numero di telefono fisso e mobile è regolamentata da specifiche procedure che da una parte tutelano i diritti degli utenti e dell’altra verificano il corretto comportamento delle compagnie telefoniche.

Se hai intenzione di traslocare o semplicemente di cambiare operatore telefonico potrai mantenere senza problemi il tuo numero di rete fissa.

L’Agcom, l’Autorità Garante per le Comunicazioni, ha infatti garantito anche agli utenti di rete fissa la cosiddetta portabilità del numero telefonico, ovvero la possibilità di mantenere il proprio numero di telefono, senza subire nessun tipo di disservizio e senza affrontare alcun tipo di complicazione.

Per quello mobile, la conversazione è diversa. Vediamo insieme.

LEGGI ANCHE: Arrivano in Italia i Bancomat per Bitcoin: ecco dove e quanti sono

In cosa consiste la portabilità del numero di telefono

Dipende dall’operatore attualmente in uso – MeteoWeek.com

La portabilità di un numero mobile, spesso indicata con l’acronimo MNP (Mobile Number Portability), indica l’operazione secondo cui un qualsiasi utente può cambiare operatore telefonico mantenendo invariato il proprio numero.

Questa operazione è possibile in Italia fin dal 2002, con Wind che fu la prima società a rendere disponibile questo servizio.

Naturalmente si tratta di una possibilità che ha riscontrato da subito grande successo, perché permette di aggirare la scomodità di dover cambiare il numero di telefono personale quando ci si appresta a sottoscrivere una nuova offerta di telefonia con un altro operatore.

Al giorno d’oggi questa possibilità è garantita da ogni operatore di telefonia mobile, sia quelli tradizionali che quelli virtuali che si appoggiano alle reti delle grandi compagnie (MVNO).

Si tratta di un’operazione vista come una tutela del consumatore e pertanto viene regolata direttamente dall’AGCOM, con disposizioni che devono essere adottate obbligatoriamente dalle compagnie per mettersi sul mercato.

Come cambiare operatore senza perdere dati

Dunque, cambiare compagnia telefonica mantenendo il proprio numero è possibile. Ma prima di indicare le modalità e le tempistiche previste per questo tipo di operazione occorre fare una precisazione: le procedure variano a seconda dell’eventuale utilizzo della linea fisica installata e quindi si parlerà di migrazione, attivazione o portabilità. Nello specifico:

Ecco cosa serve per salvaguardare i dati durante il cambio – MeteoWeek.com
  • migrazione: in caso di passaggio tra operatori alternativi o passaggio da un operatore alternativo;
  • attivazione: passaggio da operatore attuale ad un operatore alternativo;
  • portabilità: in caso di utilizzo da parte dell’operatore alternativo di infrastrutture proprie in fibra ottica o radio.

I passaggi per effettuare la portabilità del numero sono piuttosto semplici, ma devono essere seguiti alla lettera, altrimenti corriamo il rischio che qualcosa vada male durante la procedura e allunghi i tempi della portabilità (in alcuni casi anche mesi dall’esecuzione dell’ordine).

Prima di confermare ogni cosa controlliamo quindi due o più volte, per evitare ogni tipo d’errore di battitura o di distrazione.

LEGGI ANCHE: Fibra FTTH: tutte le offerte attualmente disponibili, e la nostra preferita

Come richiedere la portabilità del numero telefonico

Richiedere la portabilità del numero di cellulare è azione oramai quasi automatica e molto semplice, che non comporta nessun disagio all’utente che ne beneficia. Vi sono solo alcuni accorgimenti da tenere in considerazione.

Da presentare per il cambio:

  • Documento d’identità dell’intestatario del numero di telefono
  • Codice fiscale dell’intestatario del nuovo numero
  • Sim telefonica del vecchio operatore
  • Nuova Sim appena consegnata dal nuovo operatore

Terminati i tempi tecnici di passaggio, il cliente riceverà sulla nuova Sim un SMS di avvenuta portabilità, e da quel momento potrà utilizzare l’offerta che ha sottoscritto mantenendo il suo vecchio numero di telefono. La Sim del precedente operatore nello stesso momento verrà disattiva definitivamente e cesserà di funzionare.

Il primo passo da fare per portare a termine la portabilità di un numero prevede di recuperare il codice SIM, chiamato anche codice ICCID. Questo codice è stampato direttamente sulla SIM, ma può essere recuperato anche in altri modi in base al sistema operativo in uso.

Su iPhone possiamo visualizzare il codice ICCID aprendo l’app Impostazioni, premendo sul menu Generali, pigiando su Info e scorrendo fino a trovare la voce ICCID.

Copiamo l’intero codice e teniamolo a portata di mano durante la sottoscrizione del contratto: esso è fondamentale per poter effettuare la portabilità.

Se utilizziamo uno smartphone Android non è disponibile nessuna voce di menu per mostrare il codice ICCID, ma possiamo rimediare velocemente scaricando l’app gratuita Seriale SIM v2.

LEGGI ANCHE: Iliad, in arrivo offerte per fibra ottica e telefonia fissa: le tempistiche

Una volta effettuato il cambio, i vostri dati saranno al sicuro – MeteoWeek.com

Dopo aver scelto l’offerta più adatta alle nostre esigenze possiamo fare l’intera pratica online, senza mai telefonare all’assistenza o essere richiamati da un call center. Apriamo la pagina di sottoscrizione del contratto, inseriamo i nostri dati anagrafici e il nostro indirizzo email valido (nessuna email temporanea mi raccomando!), forniamo quando richiesto le informazioni sulla SIM da cui effettuare la portabilità (numero di telefono e ICCID), inseriamo le informazioni sui documenti d’identità ed effettuiamo il pagamento online della somma richiesta (con carta di credito o PayPal); il pagamento online è fondamentale per avviare la pratica e la somma di solito coincide con il costo dell’offerta, anche se alcuni operatori fanno pagare anche la spedizione della SIM.

Dopo pochi minuti avremo conferma della sottoscrizione del contratto via email e, raggiungendo la pagina di controllo delle pratiche attive, potremo anche monitorare tutti gli step della portabilità, dalla spedizione della nuova SIM (via corriere) fino alla portabilità vera e propria.

A partire dal 2009 l’AGCOM ha imposto alle compagnie anche il passaggio del credito residuo abbinato ad uno specifico numero di telefono: pertanto richiedendo il passaggio del proprio numero ad un altro operatore non si perde più il credito residuo, ma si continua ad avere intatto il proprio ammontare che potrà essere utilizzato per il pagamento della nuova offerta sottoscritta.