Google crea la Covid Card, una versione personale del Green Pass

ULTIMO AGGIORNAMENTO 12:33

Negli smartphone Android arriva una scheda COVID-19 stile Green Pass. La carta Covid mostrerà informazioni su quando siamo stati vaccinati e quale vaccino abbiamo ricevuto.

Covid card firmata Google – MeteoWeek.com

Da poco tempo a questa parte è possibile tramite l’app IMMUNI, App IO o con altri metodi (ne abbiamo discusso approfonditamente qui ) generare e salvare un codice QR sullo smartphone per certificare l’avvenuta vaccinazione al COVID-19, da mostrare nel caso in cui si viaggi all’estero o tra le varie regioni italiane.

Google ha aggiornato la sua API Pass per consentire in modo semplice e sicuro di archiviare e accedere alle tessere di vaccinazione e test Covid sui dispositivi Android.

Ricordiamo che l’API Passes consente agli sviluppatori di terze parti di creare carte d’imbarco, carte fedeltà, biglietti digitali, ecc. che l’utente può salvare su Google Pay per un facile accesso e in seguito al nuovo aggiornamento gli sviluppatori di organizzazioni sanitarie, agenzie governative o organizzazioni autorizzate dalle autorità sanitarie pubbliche hanno la possibilità di integrare le informazioni sui test e i certificati vaccinali digitali per COVID-19 di un utente in Google Pay.

La funzione verrà inizialmente implementata negli Stati Uniti e si baserà sul supporto di operatori sanitari, governi locali o altre organizzazioni autorizzate a distribuire vaccini Covid-19. Mostrerà tutte le informazioni relative a che tipo di vaccino abbiamo assunto e da quanto tempo.

LEGGI ANCHE: WhatsApp, occhio al messaggio truffa sul Green Pass: l’avviso della Polizia Postale

In cosa consiste

Stando a quanto segnalato da Google mediante un post sul blog ufficaile, una volta che l’utente memorizza la versione digitale della COVID Card sul proprio smartphone, potrà accedervi mediante un collegamento presente dalla schermata iniziale del dispositivo, anche quando questi è OFFLINE.

Per utilizzare questa funzione, il dispositivo deve eseguire Android 5 (o una versione successiva del sistema operativo) ed essere certificato Play Protect.

Google Card, per ora solo android – MeteoWeek.com

Google ricorda che la COVID Card è stata progettata pensando alla privacy e alla sicurezza e, pertanto, le informazioni sulla vaccinazione e sui test COVID dell’utente sono memorizzate sul proprio dispositivo Android (Google non conserva copie e per usarle su un altro device è necessario memorizzarle manualmente), sono protette (per visualizzarle verrà richiesta la password, il pin o il metodo biometrico impostato per il proprio device) e non saranno condivise dal colosso di Mountain View.

LEGGI ANCHE: e-Covid Sinfonia è l’App che sta facendo il boom dei download: a cosa serve e perchè tanto scaricata?

Questione privacy: verrà minata?

Secondo Google la carta non avrà accesso ai nostri dati sensibili se non vedere quante volte usi la carta e in quali giorni. Inoltre non si dovrà scaricare o utilizzare l’applicazione Google Pay per utilizzare le carte e salvarle.

È stata progettata pensando alla privacy e alla sicurezza.

la privacy non sarà un problema – MeteoWeek.-com

Le informazioni sulla vaccinazione e sui test Covid dell’utente sono memorizzate sul proprio dispositivo Android. Se un utente desidera accedere a queste informazioni su più dispositivi, dovrà memorizzarle manualmente su ciascun dispositivo.

Nel caso non lo sappiate, ad avvenuta vaccinazione riceverete un codice via SMS da inserire insieme al codice della tessera sanitaria con scadenza di quest’ultima per generare il codice QR che include tutte le vostre informazioni personali.

Gli utenti possono scegliere di mostrare ad altri la propria Covid Card.

Le informazioni dell’utente non vengono condivise da Google e non vengono utilizzate per il targeting degli annunci, come succede nella maggior parte delle applicazioni, e non verranno fuori pop up pubblicitari fastidiosi.

È necessaria una schermata di blocco per memorizzare una Covid Card su un dispositivo. Questo è per una maggiore sicurezza e per proteggere le informazioni personali dell’utente. Verrà richiesta la password, il pin o il metodo biometrico impostato per il proprio dispositivo Android per accedere e visualizzare la propria tessera digitale.