Uno smartwatch “rivoluzionario”: Samsung lo starebbe preparando dal 2018

ULTIMO AGGIORNAMENTO 17:11

Nei giorni scorsi è emerso in Rete un brevetto Samsung alquanto particolare, che dimostra come l’azienda sudcoreana sia stata (o sia ancora) al lavoro su uno smartwatch a dir poco rivoluzionario. Il brevetto in questione illustra una sorta di smartphone con display staccabile, che può essere “avvolto” attorno al polso per farlo diventare uno smartwatch a tutti gli effetti. Non è noto se l’azienda sia intenzionata a proseguire nei lavori o se il progetto sia già stato abbandonato

smartwatch samsung
Il brevetto di Samsung illustra uno smartwatch modulare. – MeteoWeek.com

Negli ultimi anni abbiamo potuto assistere alla ripida ascesa degli smartwatch come dispositivo che accompagna quotidianamente le persone. Grazie alle loro funzionalità avanzate, come la possibilità di ricevere notifiche, rispondere a chiamate, monitorare l’attività sportiva e molto altro ancora, gli smartwatch sono una scelta di prim’ordine per molti utenti.

Sono diverse le aziende che hanno già proposto i propri modelli di orologio smart: Apple Watch è uno degli esempi più palesi, perfetto per chi è in possesso di un iPhone, ma possiamo pensare anche alla gamma Galaxy Watch, pensati per i dispositivi Samsung e non solo. E proprio da Samsung provengono novità circa un ipotetico smartwatch a dir poco “rivoluzionario”.

Leggi anche: Samsung Galaxy Z Flip 3 e Z Fold 3: ecco le date di lancio emerse da un leak

Samsung: il brevetto dello smartwatch arrotolabile al polso

Nei giorni scorsi diverse fonti hanno svelato un brevetto di Samsung, depositato nel 2018 presso l’Organizzazione mondiale della proprietà intellettuale (WIPO), che illustra il progetto di uno smartwatch totalmente rivoluzionario e diverso dai canoni cui siamo abituati.

In particolare, si tratta di una sorta di smartphone con display staccabile, il quale va avvolto attorno al polso a formare uno smartwatch. Una configurazione modulare, duplice, che consiste oltretutto in due pulsanti sul lato del dispositivo utili per la navigazione e un collegamento tramite Bluetooth al proprio telefono. Dall’immagine del brevetto, che potrete visionare qui sotto, si vede chiaramente come non sia stato previsto alcun modo per agganciare e chiudere il device attorno al braccio: è probabile che Samsung avesse previsto un sistema a magneti o a connettori pin.

samsung smartwatch
L’immagine tratta dal brevetto di Samsung. – MeteoWeek.com (fonte: 91mobiles)

Sempre dal brevetto, inoltre, si può leggere di un “design ornamentale per un dispositivo di visualizzazione” e di conseguenza è verosimile che, una volta staccato e avvolto al polso, il dispositivo rilevi la “conversione” in smartwatch mostrando nuove informazioni (come battito cardiaco, monitoraggio dell’attività sportiva e altre caratteristiche tipiche di questi orologi). L’immagine sopra mostrata suggerisce un form factor tipico degli smartband, più che degli smartwatch, ma trattandosi di un disegno schematico non è possibile giungere a conclusioni certe.

Leggi anche: TicWatch E3: uno smartwatch a prezzo contenuto con ottime specifiche

Allo stato attuale delle cose, il brevetto resta ancora una totale incognita. Dal 2018, anno di pubblicazione, non sono stati diramati ulteriori aggiornamenti e in tal senso non è chiaro se Samsung abbia deciso di proseguire lo sviluppo in maniera segreta, o di abbandonare l’idea definitivamente. Resta il fatto che, almeno sulla carta, si tratta di un’idea davvero interessante e potenzialmente molto comoda.