Cos’è Google Waymo? un progetto con $ 2,5 miliardi già raccolti

ULTIMO AGGIORNAMENTO 10:50

Google Waymo raccoglie 2,5 miliardi per auto autonome, ma alcuni costruttori automobilistici sembrano in vantaggio

Waymo, la nuova guida autonoma firmata Google – MeteoWeek.com

Waymo, la divisione di auto autonome di Google, raccoglie 2,5 miliardi di dollari che saranno usati per portare avanti i suoi progetti. I nuovi capitali si aggiungono alla fiche da 3,25 miliardi di dollari ottenuta nel 2020.

Le nuove risorse potrebbero aiutare l’azienda a imprimere un’accelerazione decisiva sul fronte delle vetture che guidano da sole.

Da Alphabet, la holding a cui fanno capo Google LLC e altre società controllate, filtra un certo ottimismo.

La raccolta arriva nonostante molti lamentino l’elevata velocità a cui Waymo brucia fondi e la lentezza con cui si muove in un contesto sempre più competitivo e che si sta consolidando.

Solo nello scorso anno la divisione di auto autonome di Uber si è unità a Aurora, Cruise di General Motors ha acquistato Voyage e ‘Level 5’ di Lyft è stata vendita a una divisione di Toyota.

C’è da dire che però Google corre da sola, mentre gli altri uniscono le forze.

Non che a Google manchino dollari, ma ovviamente a nessuno piace sprecarli: ecco quindi che la notizia dell’ultimo finanziamento di 2,5 miliardi di dollari appare, appunto, anche come ultimo nel senso di definito: o Waymo dimostra di essere capace di competere con altre aziende che stanno sviluppando la guida autonoma, o è meglio chiuderla qui.

LEGGI ANCHE: Google annuncia interessanti novità per Android: ecco le 6 funzioni in arrivo

Ecco la grande svolta

“Mentre costruiamo, distribuiamo e commercializziamo Waymo Driver è bello vedere così tanto interesse nel far parte del nostro progetto di trasformazione della mobilità, che vogliamo rendere più sicura, accessibile e sostenibile” affermano in una nota ufficiale Tekedra Mawakana e Dmitri Dolgov, co-amministraotre delegato di Waymo.

Abbiamo ottimi partner e grandi investitori che si impegnano ad andare lontano con noi e a non scendere a compromessi per il successo a lungo termine di questa azienda”.

La società sorella di Google ha già percorso decine di miliardi di miglia in simulazione, dimostrando a se stessa e agli investitori le enormi potenzialità della guida autonoma. In cantiere c’è il Waymo One, un servizio di trasporto pubblico completamente autonomo, e il Waymo Via, un progetto di servizi di delivery.

Tuttavia, nonostante la copiosa raccolta di finanziamenti, potrebbe volerci ancora diverso tempo prima che Waymo sia pronta a commercializzare su larga scala la sua tecnologia, che ancora non ha convinto tutti.

Un progetto che ha già riscosso consensi – MeteoWeek.com

E, per funzionare, ha bisogno di più appoggio possibile.

Secondo Forbes, la rivista dei multimilionari, al momento, sul fronte corse autonome e servizio di delivery, solo Ford, Volkswagen e Cruise, società sostenuta da General Motors e che ha raccolto 10 miliardi di dollari da investitori tra cui Honda e SoftBank (oltre a una linea di credito di 5 miliardi dalla divisione Financial del colosso di Detroit per l’acquisto di robotaxi), sembrano disporre di risorse sufficienti a industrializzare la guida autonoma.

LEGGI ANCHE: Guida Autonoma: UE avverte sui possibili rischi nelle nostre strade

Sembra ormai essere tutto pronto per lo sbarco di Waymo a San Francisco, dopo il rallentamento dovuto alle restrizioni legate all’emergenza sanitaria.

Nella documentazione inviata al CPUC – l’ente californiano che dovrà fornire tutti i permessi alla società – spiccano le 83mila miglia (più di 133mila chilometri) percorse dai mezzi di Waymo in guida autonoma durante le fasi di test.