Ufficiali auricolari Beats Studio Buds: ANC, modalità Trasparenza e Fast Pair anche su Android

ULTIMO AGGIORNAMENTO 14:25

L’azienda Beats by Dre, divisione di Apple, ha annunciato ufficialmente i nuovi auricolari true wireless Beats Studio Buds, che presentano alcune funzionalità interessanti: in primis la cancellazione attiva del rumore, ma anche la modalità Trasparenza per ascoltare l’ambiente esterno, il Fast Pair non più destinato solamente ad iOS ma anche su Android, e il supporto all’audio spaziale per gli abbonati ad Apple Music

beats studio buds
Beats annuncia le Studio Buds, disponibili al momento solo in Canada e Stati Uniti. – MeteoWeek.com

Il mercato degli auricolari true wireless si sta espandendo ormai ad una velocità sempre più alta: questa particolare tipologia di cuffie, il cui trend è stato lanciato da Apple con le prime AirPods, permettono infatti una comodità nettamente maggiore rispetto ai tradizionali auricolari con filo, ormai in larga parte soppiantati.

Molte aziende si sono già immerse nella produzione dei propri modelli di auricolari TWS, e alcune di esse sono riuscite ad imporsi sul mercato ad un livello di competizione quasi pari all’egemonia di Apple. Egemonia che, però, è rilanciata ulteriormente da una divisione dell’azienda di Cupertino, vale a dire Beats by Dre, specializzata proprio nella produzione di device destinati all’ascolto musicale. A tal proposito, le nuove Beats Studio Buds potrebbero fare al caso di parecchi utenti.

Leggi anche: LG Tone Free FN7, gli auricolari true wireless che si disinfettano da soli

Beats Studio Buds: auricolari TWS ad alte prestazioni, destinate anche ad utenti Android

Nella giornata di ieri la divisione di Apple Beats by Dre ha annunciato ufficialmente gli auricolari true wireless Beats Studio Buds. Già dalle prime immagini è facile intuire come il termine Buds incluso nel nome sia particolarmente significativo: possiedono un form factor compatto, “a fagiolo” o per seguire una traduzione più letterale “a bocciolo”. In tal senso sono davvero molto simili alle altre Buds celebri sul mercato, come le Galaxy Buds di Samsung o le Pixel Buds di Google.

Sono corredate di tutte le funzionalità e caratteristiche più diffuse in questo segmento di prodotti. In primis sono resistenti ad acqua e sudore, con certificazione IPX4, e possiedono fino a 24 ore di autonomia. Passando agli aspetti più tecnici, sono dotate di cancellazione attiva del rumore, feature ormai basilare per la gran parte delle cuffie, che permette di isolare completamente l’ascolto musicale dall’ambiente esterno.

Al fianco di questo è presente la funzionalità “uguale e opposta”, vale a dire la modalità Trasparenza, che al contrario permette di ascoltare i suoni esterni, garantendo ad esempio maggiore sicurezza quando ci si muove a piedi.

beats studio buds
Tra le altre funzioni è presente il Fast Pari anche su Android. – MeteoWeek.com (Fonte: SlashGear)

Tra le altre feature spicca la presenza del Fast Pair supportato anche su Android, non più destinato solamente al sistema operativo iOS. Supportano l’assistente vocale, attivabile su dispositivi Apple con il classico comando “Ehi Siri”. Sfruttano una tecnologia Bluetooth di classe 1, in grado di garantire un utilizzo a distanze ancora maggiori; la custodia di ricarica sfrutta una connettività Type-C, ma è assente la ricarica wireless. Due chicche aggiuntive sono il supporto all’audio spaziale per gli abbonati ad Apple Music, e il supporto alle funzioni Dov’è su iOS e Trova il mio dispositivo su Android.

Leggi anche: Con iOS 15 di Apple la Patente di Guida e la Carta d’Identità non saranno più un problema

Prezzo e disponibilità

Al momento non si conosce la data di disponibilità definitiva delle Beats Studio Buds, se non per il mercato statunitense e canadese: qui le spedizioni prenderanno il via il prossimo 24 giugno. Anche il prezzo al momento è noto soltanto per questi due mercati, ed è pari a 149,99 dollari: ben presto sono attese informazioni per i mercati europei.