Morto mr.Silver, ovvero l’inventore dei favolosi Post-It

ULTIMO AGGIORNAMENTO 21:38

E’ morto Spencer Silver, l’inventore dell’adesivo usato nei Post-it: aveva 80 anni.

Morto Mr. Silver, l’inventore dei post-it – Meteoweek.com

Addio al chimico americano Spencer Silver, morto pochi giorni fa, il 13 maggio, a 80 anni. Resterà nella storia in quanto inventore dell’adesivo usato nei Post-it.

Ne danno notizia i media internazionali, citando la famiglia e l’azienda 3M.

Spencer, o come era noto nell’ambiente Mr. Silver, era nato a San Antonio in Texas nel 1941, Silver era laureato in chimica presso l’Università di Stato dell’Arizona, conseguendo un master nel 1962 e un dottorato in chimica organica presso l’Università del Colorado a Boulder nel 1966, prima di assumere una posizione come capo chimico nei Central Research Labs della 3M.

Spencer Silver nel 1968 sviluppò un adesivo “a bassa adesività”, abbastanza forte da tenere insieme i fogli, ma abbastanza debole da consentire che si staccassero di nuovo senza strapparsi.

Ma ci vollero anni, fino a un colpo di genio di un ingegnere, per farlo diventare uno dei prodotti più trasversali e utilizzati ancor oggi nel mondo.

LEGGI ANCHE: Morto l’inventore delle musicassette Lou Ottens: uomo che stravolse molte esperienze portando a tutti la “sua” tecnologia

Il talento di Mr. Silver

Nel 1968 sviluppo il primo post-it, un foglietto con bassa densità adesiva.

Sarebbe potuta essere la storia di uno dei tanti esperimenti, condotti da una multinazionale, finiti in un nulla di fatto.

Invece si è trasformato, in breve tempo, in uno dei successi mondiali destinati a rimanere nella storia.

Spencer stava sperimentando nei laboratori della 3M a una nuova colla per la costruzione di componenti di aerei, quindi una cosa totalmente diversa da come è finita.

Com’è nato il Post-it – MeteoWeek.com

Durante i test finali, però, scoprì che il prodotto finale consentiva di aderire a tutte le superfici ma era “delicato”: ovvero gli oggetti potevano essere staccati e poi riposizionati senza romperli.

Tale adesivo venne brevettato nel 1972. L’inventore e scienziato Arthur Fry ha così sviluppato dei segnalibri utilizzando proprio l’adesivo di Silver.

Il Dr. Fry oltre ad occuparsi delle ricerche nell’azienda 3M, cantava nel coro di una chiesa, e per segnare e ricordarsi gli inni di ogni funzione, utilizzava dei piccoli foglietti di carta. Una domenica caddero disordinatamente e rovinosamente a terra, impedendo al povero Fry di seguire la sua scaletta.

LEGGI ANCHE: Ultimo saluto a Michael Collins, uno dei tre leggendari astronauti dell’Apollo 11 e dello sbarco lunare

Fu così che, ricordandosi di un seminario tenuto dal Dr Silver dove raccontava della sua invenzione, contattò il collega proponendo una collaborazione.
Si trovarono per le mani dei foglietti adesivi che potevano essere attaccati e staccati a piacimento sulle superfici lisci. Pensandolo come segnalibro, si accorsero ben presto che la nuova invenzione andava ben oltre.

Creati per caso – MeteoWeek.com

I foglietti adesivi furono inizialmente commercializzati con il nome di Post ‘n Peel in quattro città americane dal 1977 e poi come Post-it Notes dal 1980 in tutti gli Stati Uniti.

Il prodotto è diventato in breve molto popolare e presto è stato venduto in tutto il mondo. Silver ha lavorato nella 3M fino al suo pensionamento nel 1996.

E’ nominato in oltre 30 brevetti. Ha ricevuto diversi premi per il suo lavoro, tra cui il 1998 American Chemical Society Award for Creative Invention e l’ammissione alla National Inventors Hall of Fame nel 2011.

Una piccola curiosità di fine articolo: l’iconico colore Canary Yellow fu anch’esso frutto del caso, infatti fu dovuto al fatto che, durante la produzione nei laboratori 3M, nel vicino laboratorio erano disponibili solamente pezzi di carta gialla.