Stangata per eBay: annunciati nuovi costi per gli utenti

ULTIMO AGGIORNAMENTO 21:24

Brutte notizie per gli utenti di eBay:ci sono nuovi costi per chi decide di vendere sul famoso sito di compravendita. Una tassa necessaria?

la nuova politica di eBay – MeteoWeek.com

Nonostante l’esplosione che ha avuto Amazon negli ultimi anni, Ebay rimane uno dei portali di e-commerce di riferimento sul web.

Diciamocelo: quante volte, non trovando un determinato prodotto su Amazon, ci siamo spostati subito su eBay?

Caposaldo di questo settore, ha saputo nel corso degli anni rimanere sulla cresta dell’onda, con milioni di utenti pronti a vendere i propri beni di seconda mano.

Migliaia di venditori mettono ogni giorno a disposizione nuovi prodotti con offerte uniche ed esclusive, con la possibilità di rispondere direttamente ai messaggi del cliente.

Ma perché sta facendo parlare così tanto di sé, in questi giorni?

Ebbene, il motivo è ben preciso: con un annuncio ufficiale, l’azienda ha dato una brutta notizia proprio per i venditori: a partire da sabato 1 maggio, aumentano le commissioni per tutti coloro che mettono un oggetto in vendita e, di conseguenza, si alzeranno i costi per coloro che procederanno a comprarli.

Cosa comporterà questo cambiamento?

LEGGI ANCHE: Un raro esemplare di Apple I è in vendita su eBay per 1,5 milioni di dollari

Un cambiamento lontano rispetto alla mentalità su cui è fondata eBay

Cosa cambia con la nuova normativa – MeteoWeek.com

Qualche settimana fa, l’azienda ha rilasciato un annuncio ufficiale nel quale si parla di nuove commissioni che i rivenditori dovranno accettare di dover pagare per continuare ad usufruire del servizio. Una modifica che però non andrà ad intaccare in maniera troppo pesante gli introiti netti.

Si tratta di uno dei punti facenti parte delle nuove regole aggiornate della piattaforma di e-commerce, comunicate agli utenti alcuni mesi fa ma che sono entrate in vigore solamente oggi.

Tante le critiche già arrivate da parte del utenti: dalle commissioni aggiuntive sulle vendite ai costi di spedizione.

In parole povere e senza girarci troppo attorno, la piattaforma non tratterrà più il 10% del costo di vendita, ma l’11,5%.

Esclusi le spese di imballaggio e quelle di spedizione, si legge nella nota resa pubblica qualche mese fa.

Stando a quanto giustificato, la modifica sarebbe entrata in vigore per fermare il fenomeno che vede diversi beni in vendita a prezzi stracciati ma con costi di spedizione da capogiro.

LEGGI ANCHE: Hai un iPhone con il logo Apple decentrato? Può valere una piccola fortuna

Cosa cambierà per i guadagni?

Cambieranno anche i guadagni? – MeteoWeek.com

A livello di guadagni per i venditori, però, ci saranno poche differenze.

Come specificato da Ebay, infatti, i pagamenti non verranno più accreditati sui conti PayPal ma avverranno tramite bonifici bancari. In questo modo, le commissioni di Ebay verranno controbilanciate dalla totale assenza di trattenute da parte di PayPal, promettendo un guadagno netto.

All’interno della nota resa pubblica per tutti gli utenti, si leggono le novità anche per ciò che riguarda i pagamenti.

Con i bonifici, verrà richiesto un numero di conto corrente da associare al profilo. I pagamenti verranno elaborati in 2 giorni lavorativi, mentre per l’erogazione effettiva dei soldi sul conto bisognerà aspettare altri 2 giorni lavorativi.

Insomma, queste nuove norme non son venute totalmente per nuocere, in quanto risaputo che molto spesso, nonostante il prezzo ottimo, Ebay pecca molto sulle spese di spedizione, e la gente tende a tornare direttamente su un altro sito dove, allo stesso prezzo, paga solo il prodotto.