Microsoft e Bethesda: cosa nascerà da questa unione?

ULTIMO AGGIORNAMENTO 19:15

Come i videogiocatori ben sapranno, Microsoft negli scorsi mesi ha acquisito Bethesda, software house famosa per le serie Fallout e The Elder Scrolls ma anche per altri titoli di grande successo. Il sodalizio ha lanciato un autentico scossone nel mondo videoludico: cosa nascerà da questa unione?

microsoft bethesda
Microsoft ha acquisito Bethesda contro ogni aspettativa, generando uno scossone nel mondo videoludico. – MeteoWeek.com

Tra i grandi colossi dell’industria videoludica, Microsoft e Bethesda sono due autentiche bandiere per il mercato statunitense. La prima è impegnata soprattutto sul fronte delle console, con la recente pubblicazione della console di nuova generazione Xbox Series X/S, principale competitor di PlayStation 5. La seconda, invece, è una software house estremamente famosa soprattutto per due serie GDR che hanno fatto la storia del settore: Fallout e The Elder Scrolls.

L’8 marzo l’accordo tra Microsoft e la software house è stato completato in via ufficiale, decretando l’inizio di quella che sarà una delle partnership più importanti nella storia dei videogiochi. Tutto ciò assume ancora più importanza se si considera che Microsoft propone ai propri utenti l’Xbox Game Pass, un servizio in abbonamento da cui è possibile scaricare molteplici titoli tripla A e indie: dopo l’annuncio del sodalizio si sono rincorse molte voci, secondo le quali alcuni titoli di punta di Bethesda potrebbero arrivare in esclusiva proprio su Xbox e PC.

Leggi anche: Xbox Series X e Xbox Series S: quale conviene acquistare? Ecco il confronto

Microsoft e Bethesda: cosa nascerà dall’unione delle due software house?

Naturalmente i fan si stanno interrogando con grande fervore su quali potranno essere gli sviluppi nati da questa clamorosa unione. Gli scenari sono molteplici, e partono tutti da un denominatore comune: a partire dall’8 marzo i developer Bethesda sono confluiti negli studi di sviluppo di Microsoft, dunque le due aziende lavoreranno a stretto contatto per la produzione dei futuri titoli.

Il dubbio più grande resta sull’eventuale futura esclusività di alcuni titoli su piattaforme Microsoft – ovvero Xbox e PC – rispetto a Sony PlayStation e Nintendo. In merito Microsoft si è espressa in modo piuttosto vago. Una prima affermazione è arrivata da Phil Spencer, numero uno di Xbox, il quale ha affermato che verrà valutata caso per caso l’opportunità di rendere un titolo Bethesda esclusivo su Microsoft.

Un importante parere però è arrivato in seguito dal direttore finanziario di Xbox Tim Stuart, il quale ha affermato che non rientra nei piani di Microsoft “togliere” esperienze Bethesda agli utenti PlayStation e Nintendo. A questo ha aggiunto il fatto che tali videogiochi eventualmente “saranno migliori” su Xbox e PC: questo lascia intendere svariate cose, ad esempo contenuti esclusivi, DLC gratuiti, pass stagionali esclusivi e quant’altro.

microsoft bethesda
L’ipotesi più verosimile suggerisce che i titoli Bethesda “di punta” resteranno multipiattaforma, mentre altri titoli verranno proposti in esclusiva su Xbox e PC. – MeteoWeek.com

Xbox Game Pass

Un discorso diverso va fatto per Xbox Game Pass, servizio che consente di avere accesso ad un folto catalogo di titoli, sia tripla A sia indipendenti, mediante un abbonamento mensile dal prezzo aggressivo.

Il quadro qui si complica, perché il Game Pass ha già dimostrato di poter proporre dei titoli di punta già dal giorno di lancio dei rispettivi. La panoramica attuale suggerisce che i titoli Bethesda potranno uscire in contemporanea sul Game Pass con tutti i benefici del caso, ma si tratta soltanto di ipotesi.

Leggi anche: Nel 2020 impennata nella vendita dei videogiochi: ecco i titoli di punta

L’ipotesi più verosimile: titoli di punta multipiattaforma, altri titoli esclusivi Xbox

Oltre a tutte le ipotesi sopra citate, quella che al momento sembra più verosimile suggerisce quanto segue. I titoli “di punta” probabilmente resteranno multipiattaforma: sarebbe bizzarro togliere le serie The Elder Scrolls e Fallout agli utenti PlayStation, che storicamente hanno sempre potuto giocare ai rispettivi capitoli nelle proprie console.

E’ più realizzabile invece una esclusività su Xbox di nuovi titoli. D’altronde Phil Spencer si è espresso di recente in merito, affermando che le console Xbox, PC e Game Pass saranno il luogo migliore per fruire dei nuovi giochi Bethesda, fra cui alcuni nuovi titoli che in futuro saranno un’esclusiva dei giocatori Xbox e PC. Al momento non è chiaro quali siano questi giochi, ma è probabile che si tratti di titoli del tutto nuovi o comunque appartenenti a serie “minori” rispetto alle più celebri.