Minori e social, in arrivo una versione di Instagram per gli under 13?

ULTIMO AGGIORNAMENTO 6:10

Il Gruppo Facebook potrebbe lanciare in futuro una versione di Instagram dedicata esclusivamente agli under 13. Tra i responsabili del progetto figura una delle menti di YouTube Kids

instagram under 13
Instagram for Kids è più che un’idea – MeteoWeek.com

Qualche giorno fa, Instagram ha annunciato un miglioramento dell’intelligenza artificiale, al fine di riconoscere e tutelare al massimo gli account dei minori di 13 anni. In questo caso, l’IA non procederà ad una rimozione del profilo ma procederà con l’invio di raccomandazioni per essere più cauti nelle conversazioni con adulti, nonché di consigli per rendere il proprio account privato e quindi meno esposto ad eventuali abusi.

Ad oggi, va ricordato che il famoso social network permette di iscriversi ad esso proprio a partire proprio dai 13 anni. Tuttavia, in futuro potrebbe non essere più così. Infatti, dopo YouTube Kids e Messenger Kids, potrebbe arrivare anche una versione di Instagram per gli “under 13”. Un’area protetta anche dalla legge europea sulla privacy (GDPR), finalizzata alla creazione di un ambiente controllato e supervisionato dai genitori.

Una versione di Instagram per gli under 13: invenzione o idea concreta?

instagram under 13
Messenger Kids, lanciato da Facebook nel dicembre 2017 – MeteoWeek.com

A prima vista può sembrare un’idea assurda, eppure pare che essa sia più che fondata: secondo una comunicazione intercettata dal sito Buzz Feed News, il VP of Product di Instagram Vishal Shah – su una bacheca destinata ai dipendenti – avrebbe scritto: “Sono entusiasta di annunciare che per il futuro prossimo abbiamo individuato nei giovanissimi una priorità per Instagram. Ci concentreremo su due cose: accelerare il nostro lavoro di integrità e privacy per garantire l’esperienza più sicura possibile per gli adolescenti e costruire una versione di Instagram che consenta alle persone sotto all’età di 13 anni di utilizzarlo in sicurezza per la prima volta”.

LEGGI ANCHE: Instagram, le dirette si allargano con Live Rooms: fino a 4 partecipanti

In base alle indiscrezioni, il progetto sarebbe supervisionato da Adam Mosseri, capo di Instagram, e guidato da Pavni Diwanji, assunta da Facebook a dicembre. Quest’ultima è una figura molto importante, in quanto ha lavorato in precedenza per Google al progetto YouTube Kids, ricoprendo un ruolo primario.

Mosseri ha poi specificato alla suddetta testata che il progetto è allo stadio iniziale e che la società non ha ancora stabilito un piano d’azione dettagliato. L’idea è quindi concreta e immaginiamo che diventerà realtà nel breve futuro.
Una dichiarazione inaspettata, considerando che essa arriva pochi giorni dopo la stretta di Instagram sugli under 13, di cui abbiamo parlato all’inizio.

Eppure, nonostante la questione minori e bambini sui social network sia da maneggiare con cura sotto diversi punti di vista, a parere di chi scrive può rivelarsi un’ottima soluzione. Innanzitutto – va ammesso – anche per i big della tecnologia: la popolarità dei social presso i giovanissimi (l’esplosione di TikTok ne è l’esempio lampante) può rappresentare un’occasione per i big dell’hi-tech di fidelizzare un segmento in crescita. D’altro canto, per i giovanissimi sarebbe un’occasione per compiere un graduale “percorso a step”: in questo modo una versione del social esisterebbe per tutti e non sarebbe necessario mentire sull’età per poterne far parte, come spesso avviene.

LEGGI ANCHE: TikTok: gli account di utenti tra i 13 e i 15 anni da oggi sono privati

Un meccanismo che ricorda quello della patente di guida: dai 14 anni è possibile salire in sella ad un ciclomotore e dai 16 su una moto. Lo stesso avverrebbe quindi su Instagram: sotto i 13 anni sarà disponibile una versione protetta per i minori e una volta raggiunta l’età stabilita sarà possibile accedere alla “versione finale”. Un sistema che “preparerebbe” quindi i minori ai social veri e propri e che potrebbe in un certo senso tranquillizzare i genitori.