Lotteria degli scontrini: sai quali sono gli acquisti esclusi dal programma?

ULTIMO AGGIORNAMENTO 10:25

L’iniziativa della lotteria degli scontrini ha preso il via ufficialmente il primo Febbraio. Ma quali sono gli acquisti esclusi dal programma? Cerchiamo di fare chiarezza

lotteria degli scontrini
La Lotteria degli scontrini ha preso il via il primo Febbraio. – MeteoWeek.com

Da inizio mese ha preso il via l’iniziativa del Governo, chiamata Lotteria degli scontrini, che incentiva all’acquisto con metodi di pagamento elettronici, quali carte di credito, POS e quant’altro.

Per chi non sapesse di cosa si tratta, l’iniziativa prevede che a seguito dell’acquisto di beni e servizi dell’importo minimo di 1 euro, si ha diritto a ricevere scontrini validi per partecipare a questa lotteria. I premi in palio sono disponibili non soltanto per gli acquirenti, ma anche per i venditori: il montepremi in palio è di 100mila euro per 10 acquirenti e 20mila euro per 10 esercenti. La tempistica di validità di questa lotteria è dal primo Febbraio al 28 Febbraio.

Insomma, un programma davvero interessante per chi vuole tentare la fortuna, ma anche un ottimo modo per incentivare all’acquisto di prodotti o servizi tramite metodi elettronici, che rappresentano oltretutto un ottimo modo per ridurre la possibilità di contagio da COVID-19 tramite circolazione di moneta e banconote. Ma quali sono gli acquisti esclusi dal programma? Ve li illustriamo in questo articolo.

Lotteria degli scontrini: gli acquisti esclusi dal programma

Come abbiamo già detto, il requisito indispensabile per poter partecipare e ricevere uno scontrino valido è di fare acquisti di beni/servizi per un minimo di 1 euro, tramite metodi di pagamento elettronici. Ci sono però alcune precise categorie di acquisti che non rientrano nella validità del programma. Eccoli di seguito:

  • Pagamenti tramite fatture elettroniche in cui è necessario comunicare il codice fiscale;
  • Pagamenti in cui è necessario comunicare il codice fiscale a fini di detrazione (ad esempio i farmaci);
  • Pagamenti online;
  • Pagamenti sostenuti presso esercenti che non aderiscono al programma;
  • Pagamenti sostenuti presso esercenti della tipologia dei tabaccai;
  • I pagamenti per l’esercizio di attività di impresa, arte o professioni;
  • Biglietti di teatri, musei e cinema;
  • Spese per il carburante;
  • Servizi di mensa;
  • Spedizioni postali;
  • Acquisto di quotidiani e riviste;
  • Prenotazione di parcheggi.

Gli acquisti che permettono di partecipare al programma

Al contrario, vediamo quindi quali sono gli acquisti utili a partecipare al programma della Lotteria degli scontrini.

lotteria degli scontrini
Vi ricordiamo che la partecipazione alla Lotteria richiede un pagamento tramite metodo elettronico. – MeteoWeek.com

Va da sé che gli acquisti estranei alla lista precedente sono ammessi. Vi sono però alcune regole ben precise da tenere a mente. Anzitutto, è obbligatorio pagare per questi acquisti tramite metodi elettronici e tracciabili, come carte di credito, bancomat oppure tramite app apposite. Inoltre, come già accennato, l’importo deve essere di almeno 1 euro per transazione, un limite decisamente basso da superare fortunatamente. Cosa ancor più importante, l’esercente presso cui si sta per effettuare l’acquisto deve essere abilitato alla Lotteria degli scontrini: in altre parole deve aver preso parte all’iniziativa, che non è valida quindi su tutto il territorio ma soltanto in quei punti vendita idonei. Nel link presente nel box qui sotto potrete trovare maggiori dettagli sulla validità degli scontrini.


Leggi anche:


Una volta rispettate queste tre regole, potrete avere certezza che i vostri scontrini sono idonei all’estrazione finale dei vincitori della Lotteria.