Come controllare se gli scontrini sono “validi” per la lotteria degli scontrini?

ULTIMO AGGIORNAMENTO 16:57

Sono molti i cittadini che si chiedono come si possano controllare le ricevute valide per la lotteria degli scontrini. Ecco una lista delle prove che si possono fare.

Lotteria degli scontrini – MeteoWeek.com

Dal primo febbraio 2021 ha avuto inizio la lotteria degli scontrini. Fin dai primissimi giorni, sono stati molti i cittadini che si sono chiesti come si possano controllare gli scontrini validi per partecipare al concorso.

La proroga è stata approvata con il Decreto Milleproroghe.

In molti si chiedono come controllare gli scontrini validi per la lotteria degli scontrini. In realtà non c’è un modo preciso per controllare ogni singolo scontrino dato che il sistema informatico lo fa al posto del cittadino.

Per esempio il sistema sa in automatico che alcune tipologie di acquisti sono esclusi dalla partecipazione alla lotteria. Sono  esclusi gli acquisti effettuati on line, o dal benzinaio o utilizzando buoni pasto.

In verità, non c’è un vero e proprio modo specifico per controllare ciascuno scontrino. Questo perché vi è un sistema informatico che lo fa al posto del cittadino. Il sistema, infatti, è stato progettato per riconoscere in automatico le tipologie di acquisti esclusi dalla partecipazione alla lotteria.

Si ricorda che non rientrano tra gli acquisti validi per il concorso quelli effettuati on line, dal benzinaio o mediante l’uso di buoni pasto. Quello che il cittadino può fare, invece, è controllare il funzionamento del proprio codice lotteria.

Come controllare gli scontrini validi per la lotteria degli scontrini

Lotteria degli Scontrini – MeteoWeek.com

Nel caso in cui si perda il codice lotteria ne sarà generato uno diverso dal precedente, ma ugualmente valido. La cosa fondamentale, infatti, è che il codice lotteria sia associato al proprio codice fiscale.

Ovviamente sarà associato al codice fiscale anche il nuovo codice lotteria, stampato in sostituzione del primo. Così, lo scontrino avuto in questo modo parteciperà anch’esso alla lotteria. Se poi dovesse essere ritrovato il primo codice si possono utilizzare indifferentemente sia il primo che il secondo codice. Tutti gli scontrini emessi parteciperanno all’estrazione.

Ancora oggi, a ormai un mese dall’inizio del concorso, può succedere di sentirsi dire da un esercente che non possiede il lettore ottico per il codice a barre. Gli scontrini emessi da quell’esercizio commerciale non permettono al cliente di partecipare alle estrazioni dei premi.


Leggi Anche:


Cosa fare se il negoziante non è attrezzato

Inizialmente era prevista una sanzione per i negozianti che non avessero adeguato il loro registratore di cassa alla lotteria degli scontrini. Poi la sanzione è sembrata troppo severa, considerato che munirsi di un lettore ottico può essere una spesa rilevante per un piccolo esercizio.

Oggi può quindi capitare di sentirsi dire da un commerciante che non ha il lettore ottico per il codice a barre. Quindi gli scontrini emessi da quel negozio non danno al cliente nessuna possibilità di partecipare alle estrazioni dei premi.

Oggi, l’unica forma di tutela in questo caso è fare acquisti altrove finché il negoziante non si adegui. A partire dal mese di marzo verrà attivata la possibilità di segnalare on line il negoziante che non consenta la partecipazione alla lotteria.