The Mandalorian, che destino avrà il Guerriero di Beskar col Bambino?

ULTIMO AGGIORNAMENTO 21:30

Dopo due stagioni ricche di colpi di scena e molte rivelazioni, si riparla di una terza e quarta stagione di The Mandalorian. Ecco cosa sappiamo sin ora.

Una figura a dimensione reale del mandaloriano
Una figura a dimensione reale del mandaloriano alla premier – Meteoweek.Com

The Mandalorian, la seguitissima serie Disney – Star Wars

Allora dove eravamo rimasti? Si, ricordo, dopo la prima stagione piena di avvenimenti e la presentazione di tanti personaggi, il riallaccio con la seconda non sembra da meno: nuovi soggetti, rimandi all’universo di George Lucas e un finale che pare decretare lo stop assoluto alle avventure del guerriero di Mandalor con l’armatura di scintillante beskar.

Non so se ricordarte ma il Bambino era stato sottratto da Moff Gideon, malvagio villan che in qualche modo interpreta il male assoluto, raffinato, acuto e strategico che, solo  con l’aiuto e il sacrificio di alcuni personaggi alleati al guerriero, verrà sconfitto. Però, proprio prima che prendesse luogo la sua ribalta viene sedato dall’arrivo di un misterioso Jedi su un X-Wing. Atterrato e solo nel cammino verso gli eroi e la scena madre dell’episodio, sbaraglierà tutta la legione personale del gerarca imperiale, rivelandosi essere poi il giovane e potentissimo Luke Skywalker con la sua spada laser verde.

Così, ritrovatosi letteralmente atterrato il Moff si arrende, gli alleati del Mando lo tengono sotto la mira dei loro fucili ed avviene un silenzioso incontro tra Luke e il Guerriero con l’armatura di beskar. La scena è piuttosto commovente per il genere, i tratti di un bambino alieno verde e piccolissimo sono resi umani come mai prima, completando il tutto con abbracci e occhi languidi. Alla fine il Mando deciderà di lasciarlo andare con lo Jedi per farlo addestrare alle vie della Forza, promettendo che quest’ultimo lo protegga per tutto il tempo necessario all’addestramento Jedi.

Naturalmente questo momento conclude il ciclo della narrazione, ma lascia ancora molti punti oscuri e zone vuote della trama. Una su tutti è la fine che farà Grogu (il Bambino) e perché poi non lo ritroviamo nei film dell’ultima trilogia, essendo quello il giusto ordine cronologico. Ancora non sappiamo che fine farà Moff Gideon e cosa rivelerà alla nuova Repubblica; un’altra domanda è il ruolo della spada nera, chi l’ha forgiata e se rimarrà nelle mani di Mando, dandogli il potere sugli altri suoi simili… e poi vi ricordate cosa vuol dire una promessa per “uno di loro”?

Pedro Pascal, l'uomo sotto l'armatura di beskar
Pedro Pascal, l’uomo sotto l’armatura di beskar – MeteoWeek.com

L’ultima fatta gli fece rischiare la morte pur di far ricongiungere il Bambino con i suoi simili, che in questi casi sono gli Jedi. Ora la nuova promessa è quella verso la principessa di Mandalor e il resto della sua troupe, che se si fossero alleati con lui per il recupero di Grogu, il Mandaloriano li avrebbe aiutati nella riconquista del pianeta Mandalor.


Leggi anche


Probabilmente tutti questi dubbi e l’ipotizzata trama sopra descritta potranno essere i punti d’intersezione tra tutto quello che è successo sin ora e quello che verrà dopo. Non dimentichiamoci però che, con un abile mossa, intravediamo anche l’anticipazione della nuova serie denominata “The Journey of Boba Fett” che, anche se avrà un piccolo e marginale ruolo nella galassia di Guerre Stellari, quantomeno la sua proiezione darà modo di allietarci nel mentre le riprese della terza serie saranno girate. Si annuncia con buona dose di speranza che la serie su Boba Fett ce la faccia a vedere la luce dello streaming il prossimo dicembre, così da farsi susseguire l’anno venturo dalla terza stagione di The Mandalorian.

Un fotogramma della prima stagione di The Mandalor
Un fotogramma della prima stagione di The Mandalor – MeteoWeek.com

Ora la Galassia come la conosciamo non sembra più nota come prima, questi nuovi spin-off daranno settori nuovi e inesplorati di questi mondi in evoluzione. Buona visione e nell’attesa potete fare un ripasso per di tutta la produzione.