Leica presenta la mirrorless SL2-S con un attenzione ai videomaker

ULTIMO AGGIORNAMENTO 9:56

Nuova arrivata in casa Leica, promette di cambiare totalmente il mondo di vedere la fotografia con Leica SL2-S. Scopriamola insieme.

Nuova Leica Mirrorless SL2-S – MeteoWeek.com

Leica ha presentato la sua nuova fotocamera full-frame mirrorless SL2 a distanza di quattro anni dall’uscita del precedente modello della linea SL.

Sembra che il lungo tempo trascorso dall’uscita della precedente sia stato ben speso: Leica ha rivoluzionato la SL originale per offrire una versione rinnovata, con un corpo macchina più robusto e ridisegnato, un sensore ad alta risoluzione, un nuovo touchscreen posteriore e l’aggiornamento del mirino elettronico EVF (Electronic Viewfinder).

SL2 è l’unica fotocamera mirrorless progettata e realizzata in Germania, con una struttura in alluminio (è certificata IP54) e un elegante rivestimento in ecopelle ed integra un sistema di stabilizzazione dell’immagine nel corpo macchina. In pratica il sensore flottante regola la propria posizione per compensare il tremolio della fotocamera, rendendo così disponibile la stabilizzazione dell’immagine anche con gli obiettivi che non sono equipaggiati di un proprio sistema di questo tipo.

Costruita sulla base dello stesso sensore CMOS full frame da 47 MP che ha debuttato su Leica Q2 (un importante passo avanti rispetto ai 24 milioni di pixel effettivi della SL), SL2 vanta corpo più leggero in lega di magnesio con piastre in alluminio che la distingue dal modello precedente, costruito interamente con due blocchi di alluminio. La fotocamera è dotata di una certificazione di resistenza ad acqua e polvere IP54. Il sensore ha una gamma che va da 50 a 50000 ISO e promette “un’enorme gamma dinamica” che, dice Leica, fornirà un “livello ineguagliabile di resa dei dettagli e qualità dell’immagine”.

Cosa rende la fotocamera Leica SL2-2  la più richiesta

Fotocamera Leica SL2-S -MeteoWeek.com

Leica ha una nuova interfaccia utente che permette ai fotografi di mantenere tutta l’attenzione sul processo creativo. Nello specifico, i principali parametri di registrazione e di mesa a fuoco si possono vedere sul display posteriore e regolare anche solo toccando lo schermo con un dito, offrendo una immediatezza d’uso, dal joystick e dai tre pulsanti configurabili.

Grazie ai due menu dedicati per le foto e i video (registra anche in 4K oppure in FullHD), i parametri per le due modalità di ripresa si possono regolare in maniera del tutto indipendentemente. In questo senso si rivela particolarmente innovativa la modalità Cine, che trasforma la SL2 in una macchina da presa a controllo manuale, non solo automatica.

Con un click gli ISO diventano ASA, il tempo di posa viene riportato in gradi sull’otturatore a disco rotante e i valori F che indicano il rapporto di apertura vengono sostituiti dai parametri T, che misurano l’effettiva quantità di luce trasmessa attraverso l’obiettivo. Finalmente sono state inoltre integrate le prese cuffia e microfono insieme alla porta HDMI per monitor esterni, grazie alle quali è possibile collegare apparecchiature audio senza aver bisogno di adattatori per avere video ad alta performance.


Leggi Anche:


A differenza delle fotocamere Panasonic Lumix serie S, le alternative offerte da Leica sono costose e gli obiettivi non sono da meno. Grazie alla L-Mount Alliance, tuttavia, i fan di Leica possono utilizzare le ottiche L-Mount di Panasonic e Sigma, disponendo quindi di molta più scelta e flessibilità.

Detto questo, i vecchi obiettivi Leica M,S e R possono essere utilizzati anche con Leica SL2 montando un adattatore per obiettivi.

Leica SL2 è già disponibile per il pre-ordine e l’inizio delle spedizioni è previsto per il 21 novembre a un prezzo di circa 5,500€ per il solo corpo macchina. Si tratta di una cifra esorbitante, ma quando si tratta di Leica non ci si può aspettare niente di diverso.