Google: dal 1° giugno 2021 i dati di un account inattivo verranno eliminati

ULTIMO AGGIORNAMENTO 14:00

Dal 1° giugno 2021, in base alle nuove norme di Google sugli spazi di archiviazione, se un utente rimarrà inattivo per due anni (24 mesi), tutti i suoi dati verranno cancellati

google inattivo
Grandi novità in arrivo nel 2021 riguardo gli spazi di archiviazione dei dati sui servizi Google – MeteoWeek.com

Google sta introducendo nuove norme per gli account dei consumatori, che saranno in vigore dal 1° giugno del prossimo anno: tra esse, spicca un’importante novità: se sei stato inattivo in Gmail, Drive o Foto per due anni, la società potrebbe eliminare i contenuti presenti nel servizio nel quale sei inattivo. “Le nuove norme riguardano gli account dei consumatori che sono inattivi o che superano il limite di archiviazione su Gmail, Drive (inclusi Documenti Google, Fogli, Presentazioni, Disegni, Moduli e file Jamboard) e/o Foto, per allinearsi meglio alle pratiche comuni in tutto il settore”, ha affermato la società.

Questi criteri di archiviazione introdotti da Google nascono con lo scopo di “ripulire” gli account inattivi, al fine di migliorare l’esperienza di tutti gli altri utenti. In parole povere, Google non vuole che coloro i quali non utilizzano i suoi servizi “intasino” gli spazi di archiviazione, limitando (seppur in modo impercettibile) l’esperienza di chi questi servizi li considera invece importanti, utilizzandoli abitualmente.


Leggi Anche:


La buona notizia è che, comunque, il tempo limite per gli account inattivi di 24 mesi è piuttosto generoso. Quindi, non c’è motivo di preoccuparsi se non si accede tutti i giorni o ogni mese. Inoltre, il gigante di Mountain View ha affermato che avviserà gli utenti più e più volte prima di rimuovere qualsiasi contenuto. E aggiunge: “Il modo più semplice per mantenere attivo il tuo account è visitare periodicamente Gmail, Drive o Foto sul Web o sul dispositivo mobile dopo aver effettuato l’accesso, connesso a Internet“. Quindi gli utenti di Google realmente interessati alla non-cancellazione dei dati hanno ampie opportunità di azione.

Quindi, ricapitolando, a partire dal 1° giugno 2021, Google potrebbe eliminare i dati nelle seguenti circostanze:

  • Se il tuo account di un servizio Google è inattivo da due anni.
  • Se hai superato il limite di archiviazione per due anni.

Il conto alla rovescia di due anni ha quindi inizio proprio quel giorno: i primi dati degli inattivi verranno quindi cancellati il 1° giugno 2023.

 

Google Foto

google inattivo
La sezione (visibile nel riquadro rosso) nella quale Google annuncia i nuovi limiti di archiviazione riguardanti Google Foto – MeteoWeek.com

Inoltre, Big G ha annunciato qualche settimana fa che Google Foto – sempre dalla stessa data – non sarà più completamente gratuito. L’azienda ha infatti annunciato che sono presenti più di 4 trilioni di foto archiviate in Foto, e ogni settimana vengono caricati 28 circa miliardi di nuove immagini e video. Per questo, Google ha deciso di interrompere il caricamento gratuito e illimitato delle foto in “Alta qualità” in Google Foto. Con la creazione di un account Google viene fornito gratuitamente uno spazio di 15GB, da utilizzare anche per l’archiviazione delle immagini; tuttavia, fin dal lancio di Google Foto (nel 2015), il caricamento delle foto ricompresse in Alta qualità da Google non andava a erodere i 15 GB di spazio a disposizione.

Con questa novità, invece, ogni foto e ogni video caricati su Google Foto verranno conteggiati nel calcolo dello spazio gratuito dell’account. Dal 1° giugno 2021, se si necessita di spazio aggiuntivo, sarà quindi necessario pagare per avere spazio aggiuntivo; da un minimo di 19,99€ all’anno per 100Gb ad un massimo di 99,99€ – sempre annuali – per 2TB.