Netflix crede sempre più nei videogame in streaming ed acquista Boss Fight Entertainment, una svolta per la piattaforma

ULTIMO AGGIORNAMENTO 9:30

Dal film (in streaming) al mondo dei gaming il passo è breve. Netflix si evolve continuando a percorrere la strada dei videogiochi. In quest’ottica va vista la nuova, importante, partnership con Boss Fight Entertainment, società texana (di Allen) di sviluppo di videogiochi formato da ex dipendenti di Zynga Dallas e Ensemble Studios, nel giugno 2013.

Netflix 20220327 tech
Netflix e gaming, nuovo binomio – MeteoWeek.com

Il mese Netflix aveva rassicurato gli investitori sul fatto che non si sarebbe affrettato ad acquisire studi di game, ma che non avrebbe rifiutato una buona opportunità. L’occasione è arrivata, perché il mondo dei gaming dall’era pandemica in poi è letteralmente esploso.

Il servizio di streaming ha quindi collaborato con l’agenzia di giochi RocketRide Games per espandere la sua libreria di titoli. Ma Netflix ha effettuato un’altra acquisizione nei videogiochi introducendo Boss Fight Entertainment, il terzo studio ad essere acquistato.

Un nuovo standard per la narrazione nei giochi

video giochi 20220327 tech
Il gaming si fonde con lo streaming – MeteoWeek.com

Da quando abbiamo lanciato i giochi per dispositivi mobili ai nostri membri in tutto il mondo solo quattro mesi fa, abbiamo ampliato poco a poco il nostro catalogo di giochi mentre costruiamo il nostro team di sviluppo creativo interno. Quindi oggi siamo lieti di annunciare che Boss Fight Entertainment si unisce a Netflix“. La nota ufficiale della del colosso californiano operante nella distribuzione via Internet di film, serie televisive e altri contenuti d’intrattenimento a pagamento, porta una serie di conseguenze.

La vasta esperienza di questo studio nella creazione di giochi di successo tra i generi ci aiuterà ad accelerare la nostra capacità di fornire agli abbonati Netflix fantastici giochi ovunque vogliano giocarci“. Parola di Rahimi.

Boss Fight Entertainment, messosi in evidenza con il titolo mobile Dungeon Boss, è stata fondata praticamente dieci anni fa, nel 2013, da David Rippy, Bill Jackson e Scott Winsett. I fondatori esprimono così la soddisfazione per l’acquisizione della partnership con Netflix: “La missione di Boss Fight è portare esperienze di gioco semplici, belle e divertenti ai nostri giocatori ovunque vogliano giocare – spiegano – l’impegno di Netflix di offrire giochi senza pubblicità come parte degli abbonamenti dei membri consente agli sviluppatori di giochi come noi di concentrarsi sulla creazione di giochi piacevoli senza preoccuparsi della monetizzazione. Non potremmo essere più entusiasti di unirci a Netflix in questa fase iniziale mentre continuiamo a fare ciò che amiamo fare aiutando insieme a plasmare il futuro dei giochi“.

La partnership con Boss Fight Entertainment rientra in un progetto molto più ampio da parte di Netflix. Che nel 2011 aveva già acquisito lo sviluppatore Oxenfree Night School Studios. “Siamo ispirati dalla loro audace missione – avevano sottolineato i californiani – di stabilire un nuovo standard per la narrazione nei giochi“. Avanti così.