Dopo gli AirTag la Apple pensa ai Health Tag

ULTIMO AGGIORNAMENTO 16:00

Sembrerebbe proprio che Apple abbia trovato la formula perfetta per incentivare le vendite dei propri prodotti. Stiamo ovviamente parlando del suo interesse verso la salute, di questi tempi davvero troppo data per scontata, che il COVID ha rimborsato di diversi gadget (saturometro, macchina della pressione ecc). Ecco quindi gli Health Tag, il sogno degli ipocondriaci.

Un esempio di Health a tag – Meteoweek.com

Apple ne sa una più del Diavolo, e su questo non ci piove. La Mela sta infatti lavorando ad un nuovo sensore per lo sport e la salute che gli utenti possono applicare direttamente sul corpo o sui vestiti,senza doversi portare dietro lo smartphone. La tecnologia è comparsa, a sorpresa per noi fan, in un brevetto recentemente depositato da Apple e scoperto dal blog Patently Apple, quindi badate bene: ancora non è in circolazione. Il dispositivo è stato soprannominato efficacemente HealthTag, per la sua somiglianza con l’accessorio per ritrovare chiavi e borse, il nostro amato AirTag, colui che non ci permette più di sprecare tempo a cercare le chiavi nella borsa.

Come funzionano gli HealthTag

Il sensore di questi piccoli tag per la salute offrirebbe una capacità di monitorare lo svolgimento degli esercizi in modo molto più preciso ed efficace di quanto sia possibile attualmente fare con un semplice Apple Watch o con un altro wearable incentrato sullo sport (ad esempio con iWatch possiamo scegliere l’allenamento per avere dei valori aggiunti più precisi) anche perché è possibile indossare più HealthTag, assegnando ad ogni sensore una funzione diversa, dal respiro al controllo dei battiti, fino alla pressione.

Apple nei documenti depositati assieme al brevetto fa alcuni esempi specifici per spiegare al meglio il loro scopo: un HealthTag potrebbe essere utilizzato per monitorare la postura – pensate ad esempio alla possibilità di accertare il corretto svolgimento di uno squat o di un planc, dove il minuto non passa mai ed è facile sbagliare rischiando di farsi male, mentre un altro sensore ancora, applicato all’esterno dei vestiti, potrebbe tenere d’occhio in tempo reale il livello di esposizione ai raggi solari, utilissimo soprattutto per chi ama correre. Per posizionare correttamente i sensori, Apple immagina un sistema basato su magneti, clip e adesivi, ideali per tutti i tessuti.

Lo sport ora ha un alleato – Meteoweek.com

Sotto il profilo del controllo della salute, le potenzialità sono pressoché infinite è molto utili: gli HealthTag potrebbero essere utilizzati per monitorare la frequenza cardiaca, oppure per controllare i livelli di glucosio nel sangue in caso di utente diabetico, e ancora per tenere d’occhio la frequenza respiratoria oppure la pressione arteriosa, anche sotto COVID ad esempio. I sensori comunicano le informazioni raccolte in tempo reale ad un dispositivo terzo, come un iPhone o un Apple Watch.

Per il momento si tratta ancora di una semplice idea in cantiere e non è ancora stato approvato il modello . Non sappiamo se il progetto riceverà mai il via libero finale dai dirigenti di Apple e, a maggior ragione, è difficile ipotizzare una possibile tempistica per la sua presentazione, ma sappiamo anche che Apple, agisce. Sempre.