Amazon pubblica AMP, l’App adatta per sentirsi un DJ musicale o radiofonico

ULTIMO AGGIORNAMENTO 16:00

E’ finalmente approdata nell’App Store e sul sito ufficiale questa nuova applicazione che consentirà agli utenti di trasformarsi in esperti del settore

amp 09032022- - MeteoWeek.com
Dopo le prime avvisaglie che ne preannunciavano l’arrivo di autunno ecco finalmente arriva l’app AMP, una piattaforma che ha già fatto molto parlare di se, mettendo d’accordo tutti quelli che vorrebbero sperimentare l’emozione di gestire una console o trasmettere alla radio – – MeteoWeek.com

Metti insieme la passione per la musica e il bisogno di comunicare con i propri followers. Nasce su questi due pilastri, caratteristiche fondamentali di tutti i Dj radiofonici del mondo, siano essi professionisti titolati o semplici radioamatori, l’app di AMP distribuita da Amazon Music.

Nonostante il progetto fosse stato annunciato lo scorso autunno, fornito del nome provvisorio di Project MIc, oggi non siamo ancora giunti ad una versione consolidata. Quella attualmente disponibile è però una preziosa versione beta. Che consentirà agli sviluppatori di raccogliere quanti più feedback possibile da parte degli utenti. Permettendo quindi il perfezionamento delle funzionalità e la messa a punto delle criticità che verranno a galla.

Ma solo alcuni fortunati si potranno tuttavia misurare con l’entusiasmante AMP per il momento. Per accedere al progetto di implementazioni è necessario essere in possesso di un codice di invito. Quest’ultimo ci schiuderà infine il prodotto distribuito dal comparto legato al settore musicale dell’azienda di Jeff Bezos.

L’AMP e tutto ciò che c’è da sapere sulla nuova entusiasmante piattaforma che ci renderà esperti di console e trasmissioni on air

amazon amp 09032022- - MeteoWeek.com
Creare il proprio programma radiofonico sarà un gioco da ragazzi. In pochi semplici passaggi potremo essere presto operativi e lanciare la nostra produzione in streaming – MeteoWeek.com

Nonostante sia dunque appannaggio di pochi, grazie alle info ufficiali fornite dal produttore, siamo in grado di capire meglio le specifiche che ci attenderanno in AMP.

Agli iscritti alla piattaforma infatti è data la possibilità di pianificare e programmare le loro trasmissioni, coinvolgendo i propri collegamenti. Saranno in grado quindi di avvisarli dell’avvio di un’attività e di comunicare con le persone che seguono il canale.

L’aspetto che accende l’interesse del web però è soprattutto legato all’aspetto economico del progetto. Ai creatori dei contenuti infatti non è chiesto di sostenere alcuno costo, legato ai diritti dei prezzi presenti nel catalogo dell’app. Le uniche condizioni con le quali dovremo misurarci sono la necessità di possedere un account Amazon, scaricare AMP sul proprio device, e quindi seguire il nostro DJ preferito.

Chi ha amato Clubhouse si potrebbe facilmente avvicinare a questa nuova piattaforma, che rappresenta un sistema aggiornato al digitale del mondo delle radio, appannaggio di categorie ben strutturate. AMP invece libera da vincoli questo mondo. Una voce, una selezione musicale, e un canale web per la condivisione diventano condizione necessaria e sufficiente a dare accesso alle trasmissioni anche ai meno esperti.

Molte informazioni mancano ancora in questo quadro complesso. Ad esempio non  è ancora chiaro se l’azienda intenderà collaborare con nomi noti della musica per lanciare il prodotto a livello globale, oppure quando vedremo l’esordio ufficiale del prodotto. Ma siamo certi che avremo maggiori specifiche ufficiali dall’azienda al più presto.