Luna, ecco le immagini dell’impatto lasciato dal razzo “impazzito”

ULTIMO AGGIORNAMENTO 8:00

Ha vagabondando all’impazzata per almeno sette anni nello Spazio, senza una meta, gira che ti rigira si è andato a schiantare contro la Luna. E’ la fine di uno stadio di razzo scartato di circa tre tonnellate, che si è probabilmente schiantato sull’unico satellite naturale della Terra, alla velocità vertiginosa di 5.771 mph (9.288 km/h).

Gli astronomi stanno cercando di capirne di più: si prevedeva che lo stadio del razzo scartato atterrasse al cratere Hertzsprung, sulla parte nascosta della luna, con l’energia della collisione che avrebbe perforato un cratere che gli scienziati ritengono possa raggiungere i 66 piedi (20 metri). L’impatto probabilmente ha inviato un pennacchio di polvere lunare alto centinaia di miglia.

Detriti spaziali 20220305 tech
Detriti spaziali in giro per lo spazio colpiscono la Luna – MeteoWeek.com

E’ il primo caso di spazzatura spaziale che si scontra accidentalmente con la superficie lunare, secondo gli scienziati. Un dato che deve far riflettere, soprattutto in ottica turismo spaziale, visto che è detriti che lasciamo noi umani lassù, possono finire chissà dove, o colpire la Luna come in questo caso.

Ci vorranno mesi per trovare il cratere, capire le cause e di chi è quel razzo

Luna lato oscuro 20220305 tech
Il razzo alla deriva nello spazio ha colpito il lato oscuro della Luna – MeteoWeek.com

La collisione è avvenuta sul lato opposto della luna, ciò significa che gli scienziati potrebbero impiegare mesi per trovare il cratere, confermare l’impatto e forse trovare indizi che potrebbero mettere a tacere le sue controverse causa di questo simile e unico crash.

Molti esperti pensano che la spazzatura che sfreccia nello spazio da più di sette anni, sia lo stadio superiore esaurito di un razzo lanciato durante una delle prime incursioni della Cina sulla luna, nel 2014. Chiaramente da Pechino negano tutto, non sono d’accordo: sostengono che il loro stadio bruciato nell’atmosfera terrestre anni fa, secondo quanto riportato in precedenza anche da Live Science. Prima di questo, si pensava che il razzo appartenesse a SpaceX.

Bill Gray, un astronomo statunitense e sviluppatore del software di tracciamento degli asteroidi Project Pluto, si è detto fiducioso che il “moon crasher” sia il razzo cinese. “Sono abbastanza convinto che non possa essere nient’altro – ha detto Gray a WordsSideKick.com – anche se in queste situazione di certo non c’è mai nulla”.

Gray vanta una credibile non indifferente, predisse per la prima volta che i detriti sarebbero entrati in collisione con la luna dopo che era stata avvistata cadere nello spazio nel marzo 2015.

L’oggetto (a cui era stato dato il nome temporaneo WE0913A) è stato raccolto dal Catalina Sky Survey, una serie di telescopi in Arizona che scansiona il cielo alla ricerca di pericolosi asteroidi che potrebbero schiantarsi contro la Terra.

Ma WE0913A non era in orbita attorno al sole come farebbe un asteroide. Era in orbita attorno alla Terra, portando Gray a sospettare che l’oggetto fosse di fabbricazione umana. Le sue parole erano quelle giuste in quel caso, chissà se anche in questo.