Fastweb eseguirà a breve lo switch-off del 3G: cosa bisogna fare in questo caso?

ULTIMO AGGIORNAMENTO 16:00

Il segnale 3G va in pensione ed anche i clienti di Fasteweb sono accompagnati al progressivo switch off che avvera nei prossimi mesi 

Fastweb 05032022 - MeteoWeek.com
Il provider comunica ai suoi clienti che a partire da aprile ogni comune del territorio italiano verrà coinvolto nel progressivo spegnimento del segnale 3G. L’azienda invita dunque gli utenti a consultare l’elenco che individua in maniera specifica ogni realtà territoriale per arrivare preparati a questo importante passaggio – MeteoWeek.com

E’ innegabile che lo spegnimento del segnale delle reti 3G porterà con se una serie di istanze che sia le aziende che gli utenti non potranno ignorare. Al quadro generale non sfugge neanche Fastweb. Il provider di telefonia che si appoggia all’infrastruttura di proprietà di Tim, è inoltre doppiamente legate alle scelte societarie del gigante arancione, che da tempo aveva annunciato l’attivazione di questo processo.

L’obiettivo dichiarato è chiaro ed incontestabile. Fastweb infatti fa sapere che per favorire una migliore esperienza con i servizi di nuova generazione, è necessario dismettere la rete mobile 3G. Questa permetterà di lasciare più spazio alle maggiormente performanti reti in tecnologia 4G o 5G dove disponibile.

E dunque sarà da questo aprile, fino a giugno 2022, che i ripetitori 3G di TIM saranno infine spenti per sempre su tutto il territorio nazionale. A supporto della funzionalità, e per permettere ai propri clienti di arrivare preparati a questo evento, Fastweb ha quindi redatto un documento dove vengono indicizzati tutti i comuni Italiani, con riferimento alla data che li vedrà coinvolti nello switch off. Un elenco estremamente dettagliato, distribuito in pdf, composto di 159 pagine, tra le quali potremmo individuare la nostra area di pertinenza

Come prepararci allo switch off e le opzioni che ci attendono dal momento in cui la rete 3G verrà dismessa

Fast 05032022 - MeteoWeek.com
Chi possiede apparecchi incomparabili con i nuovi servizi offerti si troverà di fronte ad un bivio. Ridurre di molto la propria capacità di utilizzare traffico voce e dati, oppure pensare di cambiare devices scegliendo di acquistare un nuovo smartphone che sia adeguato all’aggiornamento tecnologico – MeteoWeek.com

Vediamo quindi il destino che attende i clienti del provider. Per tutti quelli in possesso di uno smartphone di recente produzione non ci saranno novità sostanziali, non si accorgeranno neanche di questo delicato passaggio. Diversa è la situazione di chi magari possiede un apparecchio più vetusto non compatibile quindi con il nuovo tipo di connettività.

Per questo target infatti l’opzione è quella di affidarsi solo alla rete 2G, con diverse conseguenze poco piacevoli. In prima battuta non potranno più utilizzare contemporaneamente il traffico dati per navigare su internet e quello voce per effettuare telefonate. Ma non si tratta dell’unico disagio. Anche la velocità di download e upload è notevolmente rallentata, e questo porta ad un uso della rete decisamente meno interessante e vantaggioso.

Per chi volesse quindi evitare di trovarsi in questa spiacevole situazione non ci sono molte alternative. L’acquisto di un nuovo apparecchio, in sostituzione di quello ormai reso superato dalla nuova tecnologia, risolverà facilmente questa criticità. Magari approfittando delle occasioni che le catene di elettronica di consumo mettono a disposizione.